IL VECCHIO TEATRO FOSSATI

                                                                                              di Carlo Radollovich Sono le 16,30 del 25 aprile 1859 e il teatro Fossati, la cui costruzione si affacciava verso il vecchio mercato di piazza Castello, sta per essere inaugurato con LEGGI »

L’ACQUISTO ON-LINE DI BIGLIETTI ATM

                                                                                di Carlo Radollovich Una notizia che sicuramente soddisferà le migliaia di persone che posseggono lo smartphone, quel telefono “intelligente” con capacità di memoria e di connessione molto più ampia rispetto LEGGI »

NEL GIARDINO DELLE IMPRESE FIORISCONO LE IDEE

di Ugo Perugini Il pregio di Marino Golinelli e della sua fondazione bolognese è la concretezza. Non vuoti problemi o parole al vento ma una filosofia del fare, dell’agire, avendo ben chiari LEGGI »

IL TEATRO LIRICO

di Carlo Radollovich Ci eravamo occupati del teatro milanese denominato “Cannobiana” (ilMirino del 18 novembre), eretto dal Piermarini e inaugurato nell’agosto del 1779, con l’intesa che ci saremmo intrattenuti poco dopo sul  LEGGI »

TEATRO OUT OFF: LA COGNIZIONE DELL’INGEGNER GADDA

di Ugo Perugini Portare sulla scena un’opera come “La cognizione del dolore” di Carlo Emilio Gadda è una sfida non facile per una serie di motivi. Anzitutto, la difficoltà di adattare drammaturgicamente LEGGI »

 

IL VECCHIO TEATRO FOSSATI

Squarcio sul Fossati

                                                                                              di Carlo Radollovich

Sono le 16,30 del 25 aprile 1859 e il teatro Fossati, la cui costruzione si affacciava verso il vecchio mercato di piazza Castello, sta per essere inaugurato con il dramma di Paolo Giacometti “La colpa vendica la colpa”, recitato dalla compagnia di Alessandro Salvini, fratello del più celebre Tommaso.

L’ACQUISTO ON-LINE DI BIGLIETTI ATM

campione di smartphone generico

                                                                                di Carlo Radollovich

Una notizia che sicuramente soddisferà le migliaia di persone che posseggono lo smartphone, quel telefono “intelligente” con capacità di memoria e di connessione molto più ampia rispetto ai normali cellulari.

NEL GIARDINO DELLE IMPRESE FIORISCONO LE IDEE

taleb

di Ugo Perugini

Il pregio di Marino Golinelli e della sua fondazione bolognese è la concretezza. Non vuoti problemi o parole al vento ma una filosofia del fare, dell’agire, avendo ben chiari gli obiettivi da raggiungere tutti orientati ai giovani e al loro futuro. Lo dice lo stesso Marino Golinelli. Occorre “accompagnare i talenti dai primi banchi di scuola per formare la classe dirigente di domani, uno dei modelli educativi più usati all’estero e che sta alla base di una società realmente meritocratica”.

Breve resoconto del CdZ 8 circa aree di culto a Lampugnano

ilMirino palasharp
Come minoranza politica, con il supporto del numeroso pubblico presente nonostante la “trasferta” (siamo stati ospitati nell’aula del CdZ 9 in zona Maciacchini), abbiamo evidenziato problematiche e forti perplessità anche urbanistiche all’assessore Majorino che, non rispondendoci su molti temi, comunque ha più volte ribadito di non intende assolutamente rinunciare all’operazione di destinare aree pubbliche a luoghi di culto.

IL TEATRO LIRICO

Milano, Ristrutturazione entro il 2014 del Teatro Lirico in via

di Carlo Radollovich

Ci eravamo occupati del teatro milanese denominato “Cannobiana” (ilMirino del 18 novembre), eretto dal Piermarini e inaugurato nell’agosto del 1779, con l’intesa che ci saremmo intrattenuti poco dopo sul  Lirico.

TEATRO OUT OFF: LA COGNIZIONE DELL’INGEGNER GADDA

10410719_903284753022876_1010026951569388192_n

di Ugo Perugini

Portare sulla scena un’opera come “La cognizione del dolore” di Carlo Emilio Gadda è una sfida non facile per una serie di motivi. Anzitutto, la difficoltà di adattare drammaturgicamente un romanzo, peraltro incompiuto, l’impegno di mantenere, senza depotenziarlo, lo stile particolarissimo di scrittura dell’autore, l’abilità di ricostruire atmosfere e situazioni, immerse tra concretezza quotidiana e visionarietà onirica.