10 Dicembre 2022

Santa Messa di ringraziamento dell’Arcivescovo Mons. Mario Delpini  per la Canonizzazione di San Luigi Maria Palazzolo

Martedì 14 giugno presso la chiesa dell’Istituto Palazzolo di Milano della Fondazione don Gnocchi, c’è stata la Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo di Milano Mons. Mario Delpini in ringraziamento della Canonizzazione di San Luigi Maria Palazzolo. L’Arcivescovo nell’omelia e riflessione in sintesi ha detto: “Don Luigi Maria Palazzolo nonostante la fragilità della sua salute cagionevole era forte nel suo impegno ed è stato imitatore di Cristo ed esempio per le sue suore che hanno saputo accogliere e continuare la sua missione caritatevole, oggi sono contento di essere presente e condividere con voi suore la gioia della Canonizzazione del vostro fondatore”.

Omelia di Monsignor Delpini

Con l’Arcivescovo Mons. Delpini hanno concelebrato il Vicario Episcopale della città di Milano, Mons. Carlo Azzimonti, il Presidente della Fondazione don Gnocchi, Mons. Enzo Barbante, l’emerito Presidente Mons. Angelo Bazzari, il Decano e Parroco del Sacro Cuore alla Cagnola, don Luigi Badi, e i cappellani dell’Istituto Palazzolo, don Enzo Rasi e don Oscar Boscolo.  La chiesa era gremita di fedeli, del personale sanitario e amministrativo, dei volontari e di molti ospiti dell’istituto oltre che dalle Suore delle Poverelle venute anche da Bergamo. Presenti inoltre il Direttore dell’Istituto, il dottor Antonio Troisi, e altri rappresentanti della Fondazione.

La Canonizzazione si è svolta dopo oltre due anni dall’annuncio di Papa Francesco del 28 novembre 2019, con il riconoscimento del miracolo di guarigione su Suor Gianmarisa Perani che, dopo un delicato intervento venne dimessa dall’ospedale in condizioni terminali e, per intercessione del Beato don Luigi Maria Palazzolo, é guarita. Il riconosciuto miracolo, come previsto dalla procedura canonica delle Cause di Beatificazione e Canonizzazione, riconosce ed elegge a “Santo” il candidato cui era in corso il processo stesso e il Santo Padre ne decreta la Canonizzazione rendendola pubblica.

Facciata Basilica S. Pietro, l’estensione dei volti dei 10 Canonizzati

La solenne Canonizzazione, svoltasi in ritardo un ritardo a causa della pandemia da covid-19, si è svolta a Roma presso piazza San Pietro il 15 maggio scorso durante la Santa Messa presieduta da Papa Francesco e concelebrata da Cardinali e Vescovi.

Oltre alla Canonizzazione di San Luigi Maria Palazzolo, fondatore della Congregazione delle Suore delle Poverelle di Bergamo ci sono stati altri nove nuovi Canonizzati – tra cui sei uomini e quattro donne, cinque italiani, tre francesi, un indiano e un olandese – quali: Titus Brandsma, Lazzaro detto Devasahayam, César de Bus, Giustino Maria Russolillo, Charles de Foucauld, Marie Rivier, Maria Francesca di Gesù Rubatto, Maria di Gesù Santocanale e Maria Domenica Mantovani. Moltissimi i fedeli che hanno assistito alla proclamazione della formula di Canonizzazione dei dieci nuovi Santi, appartenenti alle diverse Congregazioni e Ordini religiosi.

La famiglia palazzoloniana in piazza S. Pietro a Roma

Per il neo San Luigi Maria Palazzolo erano presenti il vescovo di Bergamo, Sua Eccellenza Monsignor Francesco Beschi, la Madre Generale della Congregazione delle Suore delle poverelle, Suor Marilina Monzani, la postulatrice della Causa per la Canonizzazione del Palazzolo, suor Linadele Canclini, molte altre consorelle e molti laici della famiglia palazzoliana. Inoltre erano presenti il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, con altre autorità istituzionali di Bergamo e non solo.

Chi è stato il sacerdote don Luigi Palazzolo? Occorrerebbero diverse pagine per riferire la sua storia, ma cercheró di riassumerla.

Un momento del rito della Canonizzazione

Luigi Maria Palazzolo nacque a Bergamo il 10 dicembre 1827 da una famiglia benestante. A nove anni resta orfano del padre e cresce con la mamma che lo guida e lo avvia alla fede Cristiana in particolare verso Gesù, la Madonna e lo sguardo di Dio. A soli 23 anni, il 23 giugno 1850, venne ordinato sacerdote e seguí la sua vocazione vivendo la quotidianità con i giovani e le ragazze più povere, condividendo con grande generosità tutti i suoi averi personali e familiari con i più bisognosi. Decisivo nella sua vita fu l’incontro con Teresa Gabrieli che con la sua successiva Consacrazione al Signore il 22 maggio 1869, insieme avvieranno loro storia. Don Luigi Maria Palazzolo morí a Bergamo il 15 giugno 1886 e venne proclamato Beato il 19 marzo 1963 dal bergamasco Papa Giovanni XXIII.

Suor Gabriella, presenta la vita del sacerdote don Luigi Palazzolo

Per il suo impegno caritativo ed educativo verso i più poveri, ritenuti i dimenticati della società, fu definito gigante della carità. Il motto di vita e carisma di don Luigi Maria Palazzolo fu: “Io cerco e raccolgo il rifiuto di tutti gli altri, perché dove altri può giungere fa assai meglio di quello che io potrei fare, ma dove altri non giunge, cerco di fare qualcosa io, così come posso”.

La storia della Congregazione delle Suore delle Poverelle di Bergamo inizia così nel 1869 con l’opera avviata da don Luigi Maria Palazzolo e da suor Teresa Gabrieli, storia che ieri, come oggi, continua. Presenti in Lombardia, nel Veneto e in altre Regioni d’Italia, la Congregazione svolge il proprio impegno religioso ed assistenziale anche in altre parti del mondo con missioni in Africa nel Congo, in Costa d’Avorio, in Malawi, in Kenya e in Burkina oltre ad essere presente nel Sudamerica in Brasile e in Perù.

Le Suore delle Poverelle, nelle le loro missioni, sono impegnate nel donare l’amore cristiano nelle parrocchie, negli ospedali, nelle case di riposo, nelle carceri, nelle strutture per disabili, con un’attenzione particolare verso le donne in difficoltà, ai senza fissa dimora e verso le nuove povertà. Va riferito che Papa Francesco dichiaró “Venerabile” Madre Teresa Gabrieli il 19 marzo 2019 dando inizio al processo della Causa di Beatificazione di questa esemplare suora.

Il Rinnovo dei voti della comunità delle suore di Milano

Perché parlare della Canonizzazione di don Luigi Palazzolo a Milano?

La risposta è perché la Congregazione delle Suore delle Poverelle é presente a Milano dal 1929, presenza religiosa ed assistenziale iniziata allora in via Aldini, 72, nella struttura del comune di Milano, impegno continuato lì fino agli inizi degli anni ’70. Mentre dal 1938 le suore hanno portato avanti il loro impegno religioso nell’Istituto Luigi Palazzolo nell’allora via Gattamelata, oggi via don Luigi Palazzolo,anche se dal 1998 tale struttura è affidata alla direzione e gestione della Fondazione del Beato don Carlo Gnocchi.

Pertanto la data del 15 maggio 2022 resterà importante per la storia e la vita della Congregazione delle Suore delle Poverelle.

Reliquia e statuetta di S. Luigi M. Palazzolo

In preparazione a tale momento particolare, va riferito che nel corso dell’anno in tutta la famiglia religiosa palazzoliana c’è stato un intenso momento di fede, con raccoglimenti e preghiere oltre a convegni per prepararsi a questo momento celebrativo.

A Milano presso l’Istituto Luigi Palazzolo sotto la guida di Suor Gabriella Lancini, superiore della Comunità milanese, ci sono stati diversi incontri riflessivi sulla storia di don Luigi Maria Palazzolo e domenica pomeriggio 29 maggio scorso presso la Cappellania c’è stata anche una bellissima presentazione scenica sulla vita del Sacerdote Luigi Maria Palazzolo e madre Teresa Gabrieli.

Un Momento del recital dedicato a S. Luigi M. Palazzolo e suor T. Gabrieli

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli