26 Settembre 2022

IL MERCOLEDÍ NEL CONDOMINIO – Le anticipazioni di mercoledì 4 maggio

Ecco le anticipazioni de “Il mercoledì nel condominio” 

Tutti i contenuti saranno interamente fruibili domani nell’edizione cartacea del Sole 24 Ore in edicola e all’interno dell’inserto digitale “Quotidiano del Condominio“.

Assemblea, si torna all’era pre-Covid. Con prudenza

Di Glauco Bisso e Saverio Fossati

Assemblee di condominio come prima del covid, senza obbligo di mascherina dopo l’ordinanza del Ministero della Salute del 28 aprile 2022.  Non c’è più alcuna raccomandazione di indossarla nei luoghi privati come sono quelli in cui si svolgono le riunioni.

Rapina in ascensore, scatta l’aggravante della «privata dimora»

Di Giulio Benedetti

Per la Corte di cassazione ricorre l’aggravante in quanto la rapina è stata commessa all’interno di una privata dimora, di cui l’ascensore costituisce pertinenza, come i garage, gli androni e i cortili condominiali.

Ponteggi in giardino, spetta un’indennità

Di Gianpaolo Aprea

Ponteggi in giardino? Va bene ma è meglio mettersi d’accordo prima con il condominio, perché spetta l’indennità di occupazione, che sicuramente non è uguale alla Tosap ma è almeno  pari al «valore locativo» dell’area.

Sociologia condominiale 5: il condomino indeciso

Di Sabrina Apuzzo

La quinta puntata è sulla tipologia del condomino indeciso, che  l’amministratore deve guidare alla decisione più saggia. Anche con il tono della voce.

Da cortile a parcheggio, non serve l’unanimità

Di Rosario Dolce

In tema di condominio negli edifici, la delibera assembleare di destinazione del cortile condominiale a parcheggio di autovetture dei singoli condòmini, in quanto disciplina le modalità di uso e di godimento del bene comune, è validamente approvata con la maggioranza prevista dall’articolo 1117 ter, non essendo  necessaria l’unanimità dei consensi, ed è idonea a comportare la modifica delle disposizioni del regolamento di condominio, di natura non contrattuale, relative all’utilizzazione ed ai modi di fruizione delle parti comuni. Il principio è stato appena espresso dalla Corte di appello di Milano.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli