sabato, Maggio 25, 2024
spot_img

Think Like a Bee

È aperta ed è stata ufficialmente inaugurata la mostra dal tema Think Like a Bee, un concept di installazioni multisensoriali realizzato dall’architetto Luca Remigio di Remigio Architects in collaborazione con Francesco Forcellini. La mostra è allestita a Milano in via Plinio 73, con ingresso da via Righi 1, sede di Remigio Architects.

Think Like a Bee, attraverso installazioni che coinvolgono tutti e cinque i sensi, racconta il concetto dell’exhibit design ecosostenibile, attraverso le api e il loro modo di operare in armonia con la natura.

Il titolo prende spunto dai comportamenti delle api, indispensabili al nostro ecosistema che, nel realizzare i loro alveari, utilizzano l’esagono per massimizzare l’efficienza dello spazio, ridurre gli sforzi e il consumo di cera, adattarsi a qualsiasi luogo. La stessa filosofia che Remigio Architects vuole trasmettere tramite i suoi progetti, realizzati in ogni parte del mondo, adattandosi alle caratteristiche del luogo ed alle esigenze dei clienti.

Think Like a Bee è una mostra che richiama in ogni sua declinazione il mondo delle api e il legame con la natura con forme, materiali e colori che giocano sulle tonalità pastello del giallo, arancione, verde, marrone e rosa cipria, con alcuni inserti di blu acceso, il colore predominante del nostro pianeta.

Un exhibit design innovativo ed ecosostenibile, realizzato con l’utilizzo di materiali riciclabili all’infinito, frame modulari di alluminio assemblati insieme per creare l’allestimento desiderato, ricoperti con un tessuto ripreso dal filato delle reti da pesca, i cui colori di stampa sono a base acqua, senza solventi e agenti chimici, per sottolineare l’attenzione posta sempre di più alla salvaguardia dell’ambiente.

Le installazioni allestite nella sede di Remigio Architects si susseguono tra interno ed esterno.

Nella elegante zona esterna, al centro del giardino tre esagoni in profili di alluminio angolati e assemblati tra loro per celebrare l’alluminio, l’elemento naturale ed ecosostenibile protagonista di questo lavoro Remigio Architects.

Lungo la parete, a fare da cornice e completare questa celebrazione, undici esagoni tridimensionali in alluminio verniciato in un continuo richiamo ai colori ufficiali della mostra-evento e della terra.

Sempre nella zona esterna spiccano, con un’altezza di oltre cinque metri, due principali installazioni multisensoriali, anch’esse realizzate in alluminio assemblato con placche colorate dello stesso materiale e rivestite in tessuto stampato: una torre che, attraverso una quinta mobile a tutt’altezza, accoglie i visitatori per trasportarli in un’esperienza olfattiva oltre che visiva e un tunnel esperienziale da percorrere, dall’interno, in un susseguirsi di campate multicolore.

All’interno, a chiusura della mostra, una testimonianza del metodo di lavoro e del percorso progettuale Remigio Architects con un importante tavolo esagonale in scarti di legno riciclato, sulla cui superficie trovano spazio centinaia di esagoni colorati dall’effetto “costruzioni Kapla”; una sorta di metafora per rimarcare l’assoluta centralità del “mettersi intorno a un tavolo” per approfondire la conoscenza del cliente e delle sue esigenze, sviluppare idee, sperimentare, definire concept e, perché no, iniziare a pensare come le api.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli