30 Giugno 2022

Livia Pirocchi, l’appassionata idrobiologa

Nasce a Milano nel 1909, frequenta il liceo Berchet e si laurea in Scienze naturali a soli 23 anni. Da notare che è stata la prima donna del Regno d’Italia a ricoprire la cattedra di Anatomia comparata.

Percepisce tuttavia di sentirsi particolarmente attratta dallo studio delle acque dei laghi e degli organismi acquatici, una sorta di vera passione che la porterà a scalare diverse vette professionali. Nel 1939 si trasferisce a Pallanza, sul Lago Maggiore, e inizia ad approfondire i suoi studi presso il locale Istituto di idrobiologia.

Contribuirà a lanciare nel mondo questo particolare Istituto che si rivelerà uno dei più importanti del pianeta, Stati Uniti compresi. Qui conosce Vittorio Tonolli, pure lui idrobiologo, che sposerà nel 1951. Negli anni Cinquanta, sotto la direzione del marito, avvia importanti ricerche sui “crostacei del plancton”.

Effettua pure interessanti comparazioni tra le acque dei laghi italiani e quelli svizzeri, si occupa dell’ampliamento dei vari laboratori di Pallanza e organizza conferenze internazionali di alto livello. Nel 1967, poco dopo la morte del marito, assume la direzione dell’Istituto stesso diventando pure presidente del Comitato per la ricerca scientifica.

Ma ecco un incarico che figurerà tra i più importanti da lei ottenuti e cioè la promozione a coordinatrice delle ricerche sulle acque interne del nostro territorio con la successiva estensione a ben sessanta Paesi. Fa pure parte dell’ “International Revue der gesamten Hydrobiologie”.

I suoi saggi sono numerosi e spiccano tra gli altri alcune conclusioni scientifiche sugli elementi planctonici lacustri nonché diversi studi ad ampio raggio sugli ecosistemi dei laghi d’alta quota. Nel 1978 accetta che l’Istituto di Idrobiologia di Pallanza venga assorbito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), sgravando in tal modo la propria attività da alcune difficoltà finanziarie che erano sorte.

Negli ultimi anni di vita (si spegne a Verbania nel dicembre 1985) si dedica al rinvigorimento delle due Fondazioni erette anni prima dal marito e cioè quella relativa alle acque dolci nei Paesi del terzo mondo nonché quella che si dedica alla cultura cardiologica.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli