14 Agosto 2022

Arte. Torna la “Giornata del Contemporaneo”

di G.P.

Questo sabato 11 dicembre 2021 ritorna per la sua diciassettesima edizione la “Giornata del Contemporaneo“, dedicata al mondo dell’arte contemporanea e al suo pubblico.

Promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, con il sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiC, e in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la “Giornata del Contemporaneo” coinvolgerà alcuni dei più importanti musei e gallerie della città tra cui il PAC e il Museo del Novecento.

Dopo l’edizione dello scorso anno tenutasi interamente in versione digitale a causa dell’emergenza sanitaria, quest’anno la “Giornata del Contemporaneo” torna in un formato ibrido, con proposte in presenza e online. Tema dell’edizione 2021 sarà il performativo, inteso non solo come corporeità del performer sulla scena, ma soprattutto come forma di coinvolgimento del pubblico attraverso la condivisione dello spazio.

Il PAC di via Palestro – socio fondatore di AMACI – parteciperà alla Giornata del Contemporaneo 2021 con “Dopamina. Uno studio visivo sugli ormoni dell’amore“, una performance realizzata dalla fotografa Giulia Iacolutti sulla gestualità dell’affetto. La performance avrà una durata complessiva di un’ora, durante la quale potranno partecipare 8 persone alla volta per 5 minuti.

Dopamina. Uno studio visivo sugli ormoni dell’amore

Il Museo del Novecento, in collaborazione con Fondazione Furla, propone tre appuntamenti digitali con performance registrate tra il 2017 e il 2018 nell’ambito del progetto “Furla Series – Time after Time, Space after Space“, a cura di Bruna Roccasalva e Vincenzo de Bellis. Si parte alle 10 con “Simone Forti. To Play the Flute“, re-enactment di quattro performance storiche dell’artista e coreografa italo-americana; si prosegue alle 11.30 con “Adelita Husni-Bey. Frangente/Breaker“, un evento in tre atti che riflette sulle dinamiche della percezione e sui concetti di autorità, nazionalismo e confine; e infine alle 14 è il turno di “Paulina Olowska. Slavic Goddesses and the Ushers“.

Sempre nell’ambito della “Giornata del Contemporaneo”, presso la Galleria Milano di via Turati si terrà “Focus on Betty Danon“, talk di approfondimento in presenza sull’artista italo-turca Betty Danon, a cui parteciperanno Paolo Della Grazia, Giorgio Zanchetti, Bianca Trevisan e Toni Merola; la Fondazione ICA Milano di via Orobia, invece, ospiterà “Simone Fattal. A breeze over the Mediterranean“, la prima personale in Italia dell’artista nata in Siria e cresciuta in Libano.

Tra gli eventi online segnaliamo anche “DIETRO. Marilisa Cosello – Virginia Zanetti“, progetto digitale visibile sulla pagina Instagram LAQ – lartquotidien, in cui le due artiste italiane esplorano tre concetti: “il corpo come tempio”, “ambizione” e “focus”.

Ricordiamo ai lettori che tutti gli eventi legati alla “Giornata del Contemporaneo” sono ad ingresso gratuito.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli