29 Novembre 2021

Una saggia accademica milanese: Maria Corti

Maria Corti non fu soltanto una valida scrittrice, ma anche una profonda storica della lingua italiana e pure dedita alla critica letteraria. La sua autorevole voce è ritenuta fondamentale per la cultura letteraria del Novecento.

I suoi romanzi sono assai godibili, ricchi di humour e di spiccata curiosità non solo per quanto concerne la descrizione degli ambienti, ma anche per ciò che riguarda i paesaggi.

Facciamo rivivere qui solo alcuni istanti della sua vita professionale. Nata nel 1915 e presto orfana di madre, con un padre ingegnere che lavorava quasi sempre lontano da casa, si laureò a pieni voti dapprima in lettere per poi dedicarsi allo studio della filosofia.

Fondo’ una scuola di studi letterari assieme a personaggi di rilievo come Cesare Segre e Dante Isella. Seppe inoltre dare fondamentali contributi teorici sulla semiotica della letteratura e risultò particolarmente attiva nello studio medievale della letteratura.

Straordinaria la sua cultura: riusciva a spaziare dall’aristotelismo latino all’influsso della civiltà araba e pubblicava a questo proposito “Percorsi dell’invenzione” e “La felicità mentale”.

Inoltre, è impossibile non ricordare la sua saggia direzione di alcune riviste come “Strumenti critici”, “Autografo” e “Alfabeta”. Qui Maria Corti seppe cogliere le inquietudini e la progettualità solo teorica degli intellettuali italiani del XX secolo.

Fu sincera amica di Eco, Montale, Manganelli e pensò, anche tramite loro, di far crescere la nostra cultura, trasmettendo diversi impulsi anticonvenzionali spesso intrisi di polemica e non solo.

Accennavamo più sopra ai romanzi di Maria Corti, sempre palpitanti, piacevoli e sempre permeati di simpatica gradevolezza. Ci limitiamo a citarne alcuni, autobiografici, come “Il canto delle sirene” e “Cantare nel buio” nonché quelli che evidenziano una vera e propria fiction della narrazione come “Catasto magico” e “L’ora di tutti”. Insomma, una scrittrice a cui ci si affeziona facilmente.

Ancora molto attiva e lucidissima sino a gennaio 2002, venne colta da una crisi respiratoria che richiese un immediato ricovero in ospedale. Si spense un mese più tardi con il sincero rammarico espresso da numerose persone.


Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli