17 Giugno 2021

Resta con me. Arrivano The Kidal!

The Kidal sono una nuova band musicale che porta avanti un progetto sound funky-pop. Al di là delle etichette, i cinque ragazzi del gruppo propongono una musica orecchiabile, piacevole, positiva.  Che piace ai giovani ma non dispiace nemmeno a chi giovane non lo è più. Insomma, una ventata di ottimismo, di leggerezza che è quello che stiamo cercando tutti, dopo quasi due anni di “segregazione pandemica”.

Se è arrivato finalmente il momento del “liberi tutti”, vogliamo davvero liberarci di tutte le nostre catene, più psicologiche che altro! Mettere i piedi fuori da una macchina sportiva scoperta. Goderci l’amore, la vita, la notte, le emozioni, senza impegni, senza regole. (Vedasi la cover del disco!)

Ma chi sono “The Kidal”? Cinque ragazzi che, dopo un’esperienza live al Liga Rock Park nel concerto di Ligabue e il successo del singolo d’esordio “Balla”(120.000 ascolti), hanno scelto un altro singolo per riproporsi sul mercato discografico. Sono determinati a ben figurare e con la nuova canzone “Resta con me”, uscita qualche giorno fa, si preparano all’estate.

Alla prima estate post Covid con un motivo fresco, allegro, adatto a essere ascoltato sulle spiagge, al mare. Quasi un inno alla libertà, non solo sociale e intellettuale, ma anche alla libertà di muoversi, di ritrovare la nostra dimensione, dopo un lungo periodo di regole, obblighi e distanziamenti.

Ecco i nomi e i ruoli dei cinque Kidal: Kevin:Chitarra, Ice: basso; Dave: batteria; Ale: tastiere; Luke: voce.

Il brano “Resta con me” porta la firma di Gabriele Gigli ed Erik Calvo, con la preziosa collaborazione di Sofia Minelli che duetta con Luke.

Ai ragazzi abbiamo fatto alcune domande.

Questa è la canzone della post pandemia? Sembrerebbe di sì.

 Sì, “Resta con Me” è nata con l’intento di proiettare l’ascoltatore in un’estate libera dalle restrizioni odierne. Siamo giovani, abbiamo bisogno di svago e divertimento e abbiamo usato la musica come mezzo sentirci liberi.

Come avete vissuto questi lunghi mesi di lockdown?

C’è da dire che i The Kidal sono nati a Settembre, in piena pandemia, e questi mesi di lockdown li abbiamo passati in casa, chi con una chitarra in mano, chi con un basso ecc- Sono stati mesi duri come per tutti, ma efficaci dal punto di vista creativo. Rimanendo in casa abbiamo avuto più tempo per dedicarci alla musica e a noi stessi. Poi comunque tra di noi abbiamo avuto la possibilità di vederci, e proprio in questo periodo sono nati i nostri due singoli “Balla” e “Resta con Me”

 Ce la faremo a venirne fuori?

Noi logicamente come artisti, in primis, speriamo il prima possibile. Come sapete, non abbiamo la possibilità di suonare in Live, di farci conoscere e avere un rapporto con chi ci ascolta e supporta in questo periodo. Crediamo che il rapporto con i fans non si debba fermare solo ad una conoscenza online, tramite social, ma che il legame si crei di persona e quindi nel nostro caso tramite concerti

Il ritornello della vostra canzone sembra non avere dubbi:vieni e resta qui con me/ la notte è giovane/ dai che facciamo tardi” alla faccia di un coprifuoco, un po’ assurdo!

La canzone vuole portare l’ascoltatore ad un ritorno di normalità. Essere liberi, fare tardi appunto, un ricordo ormai lontano, ma che speriamo sia prossimo

E la vostra canzone ci porta su una spiaggia o ai bordi di una piscina, liberi di divertirsi e vivere. Cosa dite ai giovani per questa estate che sta arrivando? La vostra canzone potrebbe essere la colonna sonora più giusta… Ve lo auguriamo di cuore

Grazie mille! Ai giovani, nostri coetanei, auguriamo un’estate di divertimento e spensieratezza, e speriamo che “Balla” e “Resta con Me” siano le “colonne sonore” della vostra estate.

E ora ascoltiamo la canzone, attraverso un videoclip, girato nei territori canavesani da cui la band proviene. E’ un inno visivo alla libertà, non solo sociale e concettuale, ma anche quella delle cose più quotidiane.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli