3 Febbraio 2023

Mobilità. 53 milioni per migliore le infrastrutture del trasporto pubblico

La Giunta ha approvato quindici progetti di fattibilità tecnico-economica – inseriti nel Piano Triennale delle Opere – per ammodernare la rete di illuminazione, dei semafori e delle telecamere oltre alle infrastrutture del trasporto pubblico.

Dell’ammontare complessivo di oltre 53 milioni di euro, 10,5 sono destinati a interventi di rifacimento e modifica della rete di illuminazione pubblica, degli impianti semaforici e di ammodernamento degli impianti di videosorveglianza esistenti, oltre alla realizzazione di nuovi, utili per il contrasto del degrado ambientale, dei reati di strada e per il videocontrollo del traffico. Nello specifico per i semafori il progetto approvato prevede di dotare gli impianti di dispositivi per i non vedenti, come pulsanti di chiamata o segnali acustici.

La maggior parte dei progetti approvati – per un valore di circa 41,8 milioni di euro – riguarda il miglioramento delle infrastrutture del trasporto.

Uno dei temi principali è quello delle vibrazioni e del rumore generato dal transito dei convogli nelle linee metropolitane. Finora, per ridurre i problemi legati alle vibrazioni e ai disturbi acustici dovuti al passaggio dei treni era stati effettuati lavori di tornitura delle ruote e di molatura delle rotaie. Poiché però purtroppo, in alcune aree, questi lavoro non sono risultati sufficienti si è deciso di procedere con la sostituzione dell’armamento. I punti critici saranno individuati in fase di progettazione definitiva.

Da segnalare, inoltre, anche la ristrutturazione e l’adeguamento di 28 servizi igienici (4,6 milioni di euro) con la realizzazione di strutture accessibili a persone con disabilità, ove possibile.

Tra i vari progetti approvati anche il rifacimento degli impianti antincendio della linea 3 della metropolitana per 5 milioni e l’ammodernamento del parcheggio di San Donato con un progetto da 1,4 milioni che prevede la sostituzione degli impianti di controllo e pagamento della sosta.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli