domenica, Maggio 19, 2024
spot_img

Laura Mazza, una sicura e ambiziosa figura

Laura nasce nel 1926 e, dopo gli studi liceali, si inserisce attivamente in diversi movimenti della Resistenza italiana, fiera di poter dimostrare la propria idea antifascista. Si impegna seriamente e soprattutto con convinzione.

Terminata la guerra decide di cimentarsi a livello teatrale e assume il nome d’arte di Lalla Mauri. Diventa attrice, molto applaudita, in una compagnia di prosa denominata “Il Carrozzone” e qui lavora assieme ad attori di notevole spicco, tra cui Romolo Valli e Adriana Asti.

Tuttavia, verso la metà degli anni Cinquanta, lascia il palcoscenico per inserirsi nel mondo dell’editoria. Qualche anno più tardi assume addirittura la carica di direttore editoriale in seno al Sindacato Dirigenti di Aziende Industriali. Si impone per la sua sicurezza, per l’ambizione che la sovrasta, ma anche per l’intelligente ironia e la spontanea estroversita’.

Osserva con attenzione le opere esposte presso la “Nuova Pesa” di Roma e diversi politici leggono con interesse i numerosi commenti scritti da Laura Mazza. Tra i lettori di questi commenti figura anche il nome di Mario Licata, diventato il compagno di Laura, che si spegnerà, purtroppo improvvisamente, a soli quarantotto anni.

Viene ora a formarsi e a prendere corpo un’importante galleria d’arte, denominata “Gabbiano”, ove le pareti, nota curiosa, non vengono ricoperte con la consueta tela di juta, ma semplicemente dipinte di bianco.

E quando nel 1967 l’osannato boom economico tende a indebolirsi, si osserva che l’arte povera (e anche quella astratta), tenta di far breccia presso un pubblico in cerca di emozioni artistiche, contenute in una sorta di esplorazione molto elaborata.

Ma il “Gabbiano” si oppone fermamente ad un lancio dell’arte povera e ripropone, per contro, la conferma dell’arte classica sotto ogni profilo. Nel 1966, assai affranta per la perdita del suo compagno, Laura Mazza si ammala e ci lascia per sempre.


Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli