sabato, Marzo 2, 2024
spot_img

Lasciatemi cantare! Sono un italiano vero

E’ vero, la canzone più famosa di Toto Cutugno “L’italiano” si rifà a luoghi comuni che caratterizzano o caratterizzavano la figura dell’italiano medio nei primi anni Ottanta quando è stata scritta. Infatti, fu presentata a San Remo nel 1983, ma il suo enorme successo internazionale, ne ha decretato anche un valore simbolico importante che nelle semplici parole del testo e al di là degli stereotipi ben noti, fa in modo che molti, forse tutti vi si riconoscano e l’abbiano cantata almeno una volta nella loro vita.

Lasciatemi cantare
Con la chitarra in mano
Lasciatemi cantare
Sono un italiano

Simone Tomassini

Sono passati quarant’anni da quando venne scritta ma la canzone ha ancora un suo fascino ed è un successo evergreen. Ci ritroviamo descritti secondo alcune abitudini di vita ormai decisamente superate.

L’autoradio che portavamo in mano è stata sostituita da un’infinità di dispositivi elettronici sempre più piccoli, la moviola è stata superata, tra polemiche mai sopite, dal VAR, la Seicento non esiste più, oggi ci sono le city car. E non abbiamo un partigiano come Presidente della Repubblica ma un Presidente del Senato che ha altre nostalgie.

L’America è sempre “troppa” e non incombe più soltanto sui manifesti. Per fortuna, nonostante la crescita esponenziale di chef sempre più arditi, continuano a piacerci gli spaghetti al dente e il caffé ristretto, in una infinità di versioni.

Ma forse, rispetto ad allora, siamo un po’ più spaventati. L’aria che tira non sembra tranquillizzarci e anche se si parla sempre meno di Paese e sempre più di Nazione, continuiamo a nutrire fiducia e a sentirci fieri di essere “italiani veri”. 

Ora Simone Tomassini ripropone questo successo, che ha arrangiato insieme ad Andrea Mandelli e Pier Tarantino,  in una chiave rock che non lo snatura ma gli ridà nuova linfa. Simone aveva 9 anni quando sentì questo brano la prima volta e gli piacque. Ecco cosa dice a proposito: Lo considero un testo semplice e immediato, un capolavoro in tutti i sensi. È come se quelle parole, create dalla penna del grande Cristiano Popi Minellono, avessero già dentro una melodia; sembravano scolpite nello spartito. Da sempre la suono e la canto a modo mio, quando mi chiudo in studio.

Naturalmente, Simone Tomassini sente di dover ringraziare soprattutto il grande Toto Cutugno e aggiunge : “Grazie Toto per averla cantata e regalata a tutti noi. Grazie alla sua famiglia e alla sua etichetta discografica che mi hanno permesso di cantarla e di omaggiare un grande Uomo e artista che ho avuto piacere di incrociare in numerose occasioni…”.

Toto Cutugno

La versione de ‘L’Italiano’ di Simone Tomassini, in digitale dal 26 gennaio distribuita da The Orchard, apparirà anche in un vinile 45 giri in edizione limitata che sarà presentato il 3 marzo in uno speciale evento che si terrà al Tartaruga Live di Villa Guardia (Co).

La versione di Simone Tomassini de ‘L’Italiano’ è accompagnata anche da un videoclip realizzato da RCO Europe, con la regia di Paolo Galassi, un chiaro tributo a Paolo Villaggio, creatore di Ugo Fantozzi, il Ragioniere più “sfigato” che ha raccontato pregi e virtù dell’italiano medio. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli