3 Dicembre 2022

Jone Boriani Colnaghi, ottima imprenditrice e impareggiabile madre

Nasce a Milano nel 1914, figlia di Filippo Boriani, esperto imprenditore in minuterie metalliche. L’intelligente Jone si dichiara disposta ad affiancarlo in qualità di valida amministratrice, ma il suo sogno è un altro: disegnare biancheria intima per signora e bambina.

Decide ben presto di abbandonare la contabilità della ditta paterna per mettersi a lavorare per conto suo, allestendo diversi capi di biancheria. Lei è assai sensibile ad ogni sorta di innovazione nel settore relativo all’abbigliamento femminile.

Coglie perciò l’opportunità, non appena terminato il secondo conflitto mondiale, di avvalersi di una fibra americana di fresca produzione, il nylon, che le consentirà di allestire in consistenti quantità calze per donna, sostituendo in tal modo la costosissima seta.

Da questo felice inizio alla fortunata fondazione della Imec di Paderno d’Adda, il passo è breve. Infatti, saranno messi a punto qui anche delicati capi di biancheria intima nonché costumi di un certo pregio. Gli affari si sviluppano sempre più positivamente, tanto da raggiungere, tra gli anni Sessanta e Settanta, impensabili traguardi di vendita.

Lei si dichiara sempre più entusiasta della sua attività e riesce ad offrire lavoro ad oltre mille dipendenti. Dirà che diversi uomini l’hanno aiutata professionalmente, considerandoli anzitutto amici sinceri e anche sostenitori.

Pure il marito, Nino Colnaghi, vede in lei un astro nascente dell’industria e fa di tutto per affiancarla nel migliore dei modi. Ma non è tutto qui. Jone avrà la fortuna di avere anche una famiglia ricolma di felicità perché rallegrata da ben cinque figli: Franca, Giuseppe, per poi concludere con un parto trigemellare: Stefania, Margherita e Nicoletta.

Le tre bambine, negli anni Sessanta (forse i lettori meno giovani le ricorderanno), sono interpreti di simpaticissimi Caroselli televisivi, che terminano puntualmente raccomandando ai telespettatori di fare uso di Imec, la biancheria in Nylon Rhodiatoce.

Jone Colnaghi non è stata soltanto un’accorta imprenditrice, tra le rare protagoniste della ricostruzione italiana del dopoguerra, ma anche moglie devota e madre ineccepibile. Ci lascia purtroppo ancora relativamente giovane, nel 1989, con il rimpianto di molte persone.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli