mercoledì, Aprile 17, 2024
spot_img

IL MERCOLEDI’ NEL CONDOMINIO – Le anticipazioni di mercoledì 14 dicembre

1) Niente rinvii per le delibere: 110% salvo in casi limitati (di Giuseppe Latour e Giorgio Gavelli)

Le delibere condominiali che permetteranno di salvare il 110% anche per tutto il 2023 rimangono inchiodate alla data del 24 novembre. Mentre i vertici discutono delle ipotetiche modifiche alla legge di conversione del Decreto Aiuti quater, la riapertura dei termini per il 110 si sta consolidando e prende la forma di un rinvio in miniatura, limitato alle Cilas. Dunque, chi non ha già avviato una procedura, non potrà affrettarsi e optare per operazioni last minute utili a preservare l’agevolazione più grossa: per il prossimo anno, sarà vincolato al 90 per cento.

2) Responsabilità decennale per gravi vizi costruttivi su lavori del superbonus (di Vincenzo Vecchio)

L’articolo 1669 del Codice civile, in caso di gravi vizi costruttivi, prevede una responsabilità presunta dell’autore delle opere, dei tecnici intervenuti e di quanti hanno operato nel corso dell’appalto, a cui possono sottrarsi solo provando che la rovina sia attribuibile a un evento esterno a cui sono estranei. Decorre dal compimento dei lavori e, nel caso in cui si evidenzino danni nell’arco della garanzia decennale, è necessario denunciarli all’appaltatore entro un anno dalla scoperta. Se, dopo la segnalazione, il vizio non viene eliminato o l’appaltatore non si assume l’onere di sanarlo, scatta un altro termine: entro un anno dalla denuncia, è necessario adire l’autorità giudiziaria.

3) Licenziamento giustificato (di Fabrizio Plagenza)

Se il servizio di portierato viene soppresso per ragioni economiche, tramite delibera assembleare, il licenziamento del custode e la messa a reddito dell’alloggio sono da considerarsi misure legittime e giustificate.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli