mercoledì, Giugno 19, 2024
spot_img

Il fascino di una vacanza da sogno in Alto Adige

Una terra verdissima dove svettano i campanili più “snelli” d’Italia, dove si innalzano…

…montagne stupefacenti, dove la cucina è inconfondibile e garantita da chef “stellati”.

Una terra dove l’arte è distribuita ovunque, anche in realtà minime, insospettabili e  dove gli animali un tempo scomparsi come stambecchi, aquile, orsi e lupi sono tornati a popolare boschi e montagne. Segno che la natura è in ottima salute. Terra di mele (l’Alto Adige è il principale produttore d’Europa), di architetti in grado di pensare e poi realizzare le case più ecologiche del nostro Paese. E poi? Patria di uomini venuti dal passato, a ricordarci com’era il mondo. Non si può dimenticare l’Altoatesino più famoso, Otzi, l’ “uomo venuto dal ghiaccio”, un pastore del 3300 a.C. restituito dai “ghiacci” del Similaun (montagna delle Alpi Retiche Orientali), al confine tra Italia e Austria. Grazie a Tac e analisi del Dna, sappiamo tutto di lui: età, aspetto fisico (compresi occhi, denti e capelli), abitudini, viaggi, dieta, abbigliamento, malattie… e ogni anno, a Bolzano, innumerevoli turisti vanno a trovarlo.  

Altri aspetti di questa regione – che d’inverno diventa il paradiso del Grande Sci – anche se il fascino delle sue vallate non conosce stagione? L’orgoglio della gente, l’amore per la natura, la difesa dell’ambiente, il gusto di una vita semplice da proteggere… La magia dei colori che si specchiano nei laghi di giada racchiusi tra boschi e foreste riflettono una gamma cromatica di rara bellezza che accosta al bianco abbagliante della neve le mille sfumature dei verdi e dei blu. Non mancano poi i cento diversi pani (bianco, nero, speziato o con lo speck) che sembrano simboleggiare, con la loro fragranza, la proverbiale ospitalità della gente. Senza dimenticare il disinvolto e aristocratico modo di vestire (il Loden: all’inizio stoffa da contadini, poi uniforme da Re) che da qui si è diffuso in tutto il mondo e la freschezza delle pitture che illuminano le facciate delle case di città di campagna… 

Brunico

La tradizione vuole che questo antico centro fortificato sia stato fondato nel XIII secolo dal vescovo Bruno von Kirchberg. Capoluogo della Val Pusteria (la valle che si espande da Rio di Pusteria fino a Lienz nel Tirolo Orientale, seguendo i fiumi Rienza e Drava) è anche la cittadina più grande di questa valle. Simbolo del luogo è la chiesa di Santa Caterina dai tipici campanili “a cipolla”. Pregevole anche la parrocchiale nel sobborgo di Oberragen, con un crocifisso della scuola del pittore e intagliatore Michael Pacher nato a Brunico nel 1435. Su di una collinetta si eleva il castello medievale con ai piedi un cimitero di guerra. La strada principale sfoggia le insegne dei negozietti e i palazzi storici in stile tipicamente tirolese. Da decenni gli operosi telai della Tessitura Artistica Franz producono tovaglie e tendaggi in morbido lino, spesso misto a cotone, con disegni damascati e non. Passeggiando per il centro storico fanno bella mostra, in primavera e in estate, i tanti balconcini fioriti con cascate di gerani.  Brunico è un centro rinomato per gli sport invernali e gravita attorno al comprensorio di Plan de Corones. Nella frazione di Teodone c’è l’interessante “Museo provinciale degli usi e dei costumi”, considerato uno dei musei all’aperto più belli d’Europa. Si compone dell’antica residenza barocca “Mair am Hof” (​​con le sue sale signorili e le collezioni folcloristiche di arte popolare) e di un parco dove sono stati ricostruiti 25 masi completi di mobili e suppellettili. www.museo-etnografico.it

Dove dormire

Hotel Winkler – Sport & Spa Resort – Via Santo Stefano, 28/A – San Lorenzo di Sebato BZwinkler@winklerhotels.com

Ospitalitàservizi, accoglienza… 

…attentissima fanno di questo lifestyle design Hotel a cinque stelle un luogo ideale per un “soggiorno-vacanza-relax” per tutta la famiglia e in tutti i mesi dell’anno. Si tratta di un complesso immobiliare di pregio architettonico, una vera e propria “chicca” e una realtà “premium” che si colloca a pieno titolo nella tradizione della grande hotellerie del Sud Tirolo. Emblema dell’ospitalità di lusso, è di proprietà della famiglia Winkler. Si trova a pochi chilometri da Brunico su un altopiano soleggiato con vista sul panorama alpino accanto al Golf Club Pustertal e al comprensorio sciistico ed escursionistico di Pian de Corones. Un indirizzo che assicura agli ospiti “charme”, tranquillità, squisitezze gastronomiche e team eccellente: “plus” che  fanno di questo sontuoso Hotel un posto dove dimenticare lo stress quotidiano. “Il nostro obiettivo osserva Julian Winkler, junior Manager e traghettatore verso il futuro di questa realtà famigliare – è garantire un modello di ospitalità esperienziale in sintonia con l’anima, la storia, i profumi e i sapori del territorio con proposte esclusive che possano sorprenderlo. La centralità dell’ospite è il tratto distintivo della nostra accoglienza”. Nel raffinato bar si sorseggiano ottimi drink, grazie alla fantasia del Bar Manager. Non mancanole sale meeting. Passeggiate a piedi o in bicicletta, sugli sci per chi vuol vivere in una galassia bianca d’inverno e a tu per tu con la flora alpina nei mesi estivi… E dopo una giornata all’aria aperta? Circondati da un’atmosfera elegante, un momento di riposo dedicato alla lettura di un buon libro a disposizione nella biblioteca degustando una tisana o un buon calice di vino, oppure giocando una partita a scacchi…

Scoprire le Dolomiti circondati dalla bellezza naturale del territorio

Difficile scegliere tra le numerose tipologie di camere e suite proposte dall’Hotel. Arredate con cura nei minimi dettagli e dotate di tutti i comfort sono eleganti, moderne e accoglienti sia le 85 room doppie che le esclusive suite, alcune con “Infinity pool” privata o con sauna finlandese all’aperto e loggia in giardino. Nelle suite – molte anche con vasca idromassaggio – l’atmosfera è raffinata per rendere unica la vacanza. A completare la proposta non manca la spaziosa suite familiare con camera separata per bambini. E poi? All’aperto una piscina a sfioro e una vasca idromassaggio XL, un sala cardio fitness con attrezzature professionali, una palestra dotata delle più moderne attrezzature, il campo da gioco all’aperto, il ping pong e calcio balilla e perfino una parete indoor per arrampicata e bouldering con un sistema di sicurezza. Completa il tutto la terrazza-lounge con panorama sulla valle. Il parcheggio sottostante la struttura è una comodità da non trascurare.

Un toccasana per la salute: rigenerarsi in un’elegante oasi di benessere…

…e mantenersi in perfetta forma fisica con trattamenti dedicati. Appena varcata la soglia della Premium SPA (nella parte bassa), ci si trova immersi in un’atmosfera unica, avvolti da una sensazione di armonia la situazione ideale per una fuga a totale relax e a tutto vantaggio dell’equilibrio psicofisico. L’area dedicata alla SPA – un vero e proprio paradiso per gli amanti del benessere – è a dir poco straordinaria: 7 piscine, diverse saune con infusi, perché questo “bagno a vapore” non è solo un rituale benefico per l’organismo, ma anche una pausa da tutto il resto, in un ambiente fatto di quiete e distensione. Nella biosauna viene solleticato delicatamente il corpo senza creare stress all’apparato circolatorio in quanto le temperature non sono mai elevatissime.  E dopo la sauna? Il corpo ha bisogno di riposoe per questo sono a disposizione le diverse aree relax come i lettini ad acqua. La chicca? La “rooftop adults only pool” sul tetto: un’attrazione davvero unica. Non manca il  percorso “Kneipp” e foot idromassaggio. Beauty farm con trattamenti dedicati e un variegato  programma delle attività con personal trainer e sezioni di yoga e sala relax. Qui spicca il concetto “Winkler Balance”: l’ospite e la natura sono in perfetta simbiosi per raggiungere l’equilibro tra corpo, mente e anima.

E per i piccoli ospiti? Oltre agli spazi e loro dedicati, animazioni durante tutto l’arco dell’anno che vanno dalla palestra di roccia ai giochi con la palla e a una piscina. Ma non è tutto: l’Hotel dispone anche di una sala cinematografica con film per adulti e bambini. Tutte esperienze che promettono di trasformare ogni istante di svago in un ricordo indelebile, a testimonianza della vocazione all’ospitalità che la famiglia Winkler ha da generazioni. “Abbiamo progettato tutto, dalla terrazza panoramica alle attività all’aperto – sottolinea Julian Winkler – per far immergere completamente i nostri ospiti nella bellezza del luogo. Non ci accontentiamo di essere un Hotel di lusso in Alto Adige, ma vogliamo essere un’esperienza per gli ospiti creando un’atmosfera in cui l’empatia e l’attenzione ai dettagli siano alla base del nostro servizio e quindi impeccabili per offrire un’esperienza autentica tipica di questa zona”.

Coccolarsi con piatti “gourmet”…

…dove i sapori prelibati sono capaci di accontentare anche i palati più esigenti e la natura offre il meglio di sé. Infatti le proposte gastronomiche (anche quelle dell’open buffet dalle 14 alle 17) sono preparate utilizzando i prodotti di agricoltori locali. Gli ingredienti – genuini e selezionati secondo il ritmo delle stagioni – sono il primo passo per la riuscita di un buon piatto. E’ questa la ricetta delle portate e dove i due chef propongono serate “a tema” prendendo spunto anche dalla cucina tirolese. I piatti, raffinati e creativi, sono di ottima qualità e presentati in modo splendido.In vacanza l’alimentazione gioca un ruolo importante a partire dalla sontuosa, ricca e golosa tavola della prima colazione. Ce n’è per tutti i gusti: svariati tipi di pane appena sfornati, invitanti torte e, “dulcis in fundo”, l’irrinunciabile strudel (il re dei dolci tirolesi), miele del contadino, marmellate fatte in casa, ma anche piatti a base di uova preparati, secondo i gusti, al momento. E, ancora formaggio e salumi della regione, tè aromatici, centrifughe di frutta e verdure e ovviamente caffè. Per iniziare con sprint la giornata? Non manca un ottimo Prosecco… Meglio di così?

Un scrigno di sapori e profumi…

…dando un’occhiata al menu: una serenata per la gola facendo fare ai commensali un “tour” attraverso una tradizione che affonda le sue radici nella Mitteleuropa. Allora che cosa c’è di meglio, dopo una giornata all’aria aperta di un dinner al ristorante dell’Hotel? Qui l’arte culinaria è di casa, come l’efficientissimo e inappuntabile servizio. Si preparano, con tutti i crismi, menu raffinati e studiatissimi (che si rinnovano stagionalmente) ispirati alla cucina altoatesina, privilegiando i sapori semplici, reinterpretati – non senza una dose di misurata fantasia e di “nouvelle cousine” – dall’esperienza e dalla creatività dei due ottimi chef. Insomma, delicati e sostenibili nel vero senso della parola, portano in bocca il gusto pieno dell’Alto Adige. L’atmosfera dell’ambiente è riscaldata dagli scoppiettanti camini dispensatrici di calore come i piatti della tradizione locale. La cantina è fornita di vini di primissima e ampia scelta, perché a tavola non può mancare il “vino giusto”!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli