martedì, Aprile 16, 2024
spot_img

E’ stato abbattuto il Cedro del Libano di Piazzale Accursio

Dopo oltre cinquant’anni di vita vegetativa, purtroppo giovedì 13 luglio scorso è stato abbattuto il Cedro dell’Atlante più conosciuto come il Cedro del Libano di Piazzale Accursio.

Così nell’arco di poche ore è finita la storia di questa pianta ormai non solo ornamentale ma monumentale di Piazzale Accursio.

Tale albero del Cedro ha visto tante generazioni crescere sotto la sua maestosità e il fogliame dei suoi rami, molti adulti e anche molti ragazzini hanno goduto dell’ombra di tale pianta. I più spericolati si sono arrampicati sui suoi tronchi e i più audaci ed avventurieri osavano infilarsi e salire addirittura fino ai rami verso l’alto.

Inizio dello sfoltimento dei vari rami

Spesso mi è capitato di vedere tali scene dove invitavo gli stessi a scendere con prudenza affinché non scivolassero e si facessero male, così molto spesso capitava anche al gestore della giostra lì nei pressi della pianta esortare e invitare i ragazzini a non arrampicarsi sulla pianta: per fortuna in tanti anni non si è mai verificato un incidente particolare a tale riguardo.

Il Cedro dell’Atlante quasi libero dai rami

Tanti sono stati i ragazzini che volevano addirittura costruirsi tra un tronco e l’altro un rifugio dove starci sopra e raccontarsela, qualcuno perfino pensava di posare tra gli incroci dei tronchi una piccola base di legno e li giocare e nascondersi tra il fogliame dei rami, e sognare a occhi aperti e lì si immedesimavano pensando alla storia del leggendario Tarzan, il bambino selvaggio allevato nella giungla dalle scimmie. Tra i tanti bambini avventurieri c’era stato anche mio figlio che da ragazzino osava arrampicarsi pur sapendo che l’avrei rimproverato e per spaventarlo anche picchiato affinché si spaventasse e non lo facesse, ma l’ha fatto anche lui poiché una volta l’ho visto su tra i rami insieme ad altri ragazzini.

Il completo sfoltimento dei rami

Quante generazioni sono cresciute sopra e sotto il Cedro del Libano così come tutti l’abbiamo chiamato per tanti anni, ma tutto questo oggi è la sola storia della memoria di tale pianta.

Così giovedì scorso molti cittadini nel vedere l’inizio e il proseguo dell’abbattimento del Cedro dell’Atlante di Piazzale Accursio, in un primo momento hanno pensato che fosse una potatura pur se fuori stagione ma poi vedendo che il taglio era abbastanza rilevante si sono allarmati poiché molti cittadini non erano informati. Va detto che comunque tantissimi cittadini, in particolare i proprietari dell’autosilo sottostante, sapevano delle condizioni di malessere di tale pianta in quanto era stata fatta una perizia da un tecnico abilitato – che ha rilevato lo stato di stabilità dell’albero attraverso un approfondimento strumentale Tomografico, con analisi visiva e strumentale mediante osservazioni e studio delle caratteristiche morfologiche dell’albero stesso – e alla fine è stato segnalato un alto grado di criticità e pericolosità dello stato della stessa pianta.

Il Cedro dell’Atlante nella fase del taglio della parte in alto

Così dopo una attenta analisi il Tecnico preposto all’analisi stessa ha relazionato dello stato di malessere dell’albero di cedro. Va riferito comunque che di tale perizia sono stati informati i vari Settori tecnici del Comune di Milano per competenza, in particolare del Settore Parchi e Giardini, che dopo sopralluoghi e attenta analisi hanno deciso dell’abbattimento della pianta affinché la stessa non potesse cedere improvvisamente e creare pericolo alla utenza del piazzale e alla sottostante e vicina giostra “Il paradiso dei piccoli” che aveva posizionata tale attrazione per bambini agli inizi del 1974 quasi cinquant’anni fa.  

Il taglio del Cedro dell’Atlante è quasi alla base del tronco

Per la cronaca va detto che già in precedenza di tale problematica su Il Mirino in un articolo del 22 giugno scorso era stato riferito di tale situazione di malessere del Cedro dell’Atlante di Piazzale Accursio. (potete leggere l’articolo completo qui: https://ilmirino.it/sopralluogo-tecnico-per-la-posa-della-cancellata-di-piazzale-accursio/)

Molti comunque erano i cittadini informati di tale prossimo intervento in quanto i referenti tecnici del Settore Verde del Comune di Milano avevano ampiamente analizzato la situazione di malessere e pericolosità della stessa e infine gli stessi Tecnici hanno deciso ed autorizzato l’abbattimento affidando a una Società abilitata a tali lavori di abbattimenti arborei, la stessa società già i giorni precedenti avevano affisso delle indicazioni sulla pianta stessa circa il suo prossimo abbattimento.

Il Cedro dell’Atlante è stato completamente abbattuto

Purtroppo molti cittadini hanno lamentato su come è stato gestita tale situazione e pur essendo solo un cittadino qualunque anche se ho svolto il ruolo di Consigliere di Circoscrizioni per molti anni alcuni cittadini si sono rivolti a me telefonicamente o con messaggi per conoscere del perché di tale decisione dell’abbattimento del Cedro del Libano, ho cercato di riferire e spiegare di quanto ero a conoscenza su tale situazione. Gli stessi cittadini riferivano ipotesi di risoluzioni varie prima di arrivare all’abbattimento, come: puntellatura dei tronchi, taglio parziale della parti più pericolose o altre risoluzioni. Non sono ne un agronomo e nemmeno un perito agrario così mi sono limitato solo  nel riferire di quanto ero a conoscenza. 

A tali osservazioni e suggerimenti spontanei di alcuni cittadini mi è venuto in mente il fatto che noi italiani sportivi della domenica calcistica, siamo capaci di giudicare e ci improvvisiamo direttori di gara o allenatori e decidiamo noi la nostra formazione calcistica improvvisandoci allenatori o arbitri, giudicando dall’esterno senza conoscere il come e il perché l’allenatore abbia fatto tale scelta calcistica della formazione della squadra.

Questa è la nuova panoramica di piazzale Accursio oggi

Ma a parte questa metafora tutti siamo pronti a criticare l’Amministrazione comunale se a seguito di un temporale, altre intemperie o soltanto il solo malessere della pianta stessa che improvvisamente viene a cedere cadendo in mezzo alle strade, o sui binari o sulle auto parcheggiate sulle strade o sotto le piante stesse, in tali casi additiamo subito che la colpa è dell’Amministrazione che non ha fatto prevenzione.

Però oggi, pur se la decisione dell’abbattimento potrebbe essere o sembrare discutibile l’operato dell’Amministrazione comunale nei suoi Settori di Competenza del Verde pubblico ha svolto un ruolo di azione preventiva visto la pericolosità del Cedro del Libano o dell’Atlante di piazzale Accursio, così come lo si vuole chiamare.

Per la cronaca va riferito che su tale area nei tempi tecnici e stagionali verranno piantumate altre 10 piante inoltre come da programma continua la posa della nuova recinzione dell’area verde attrezzata di piazzale Accursio.

Intanto continua la posa della nuova recinzione del piazzale

Related Articles

1 COMMENT

  1. È orribile …tutto fatto in fretta e senza trasparenza. Si era salvata la pianta per la costruzione dei box e ora si è cercare una perizia compiacente x abbatterlo!!! E in più la cancellata che ci regala la non appartenenza dei giardini ai residenti. Non sanno gestire l’ordine pubblico (i vigili e polizia assenti in zona) e allora si mettono i cancelli…. schifo su schifo …. orribile!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli