martedì, Febbraio 27, 2024
spot_img

A Palazzo Reale arriva “Legacy”: la retrospettiva su Helmut Newton

di G.P.

Da venerdì 24 marzo fino a domenica 25 giugno 2023, il piano nobile di Palazzo Reale ospita “Helmut Newton. Legacy“, la retrospettiva dedicata ad uno dei più famosi fotografi di tutti i tempi.

Promossa dalla sezione Cultura del Comune e prodotta da Palazzo Reale e Marsilio Arte, in collaborazione con la Helmut Newton Foundation di Berlino, la mostra avrebbe dovuto svolgersi nel 2020, in occasione del centesimo anniversario della nascita dell’artista, ma è stata posticipata a causa della pandemia.

L’esposizione – in esclusiva per l’Italia – è curata dal direttore della Helmut Newton Foundation Matthias Harder e dal giornalista e critico fotografico Denis Curti, e si inserisce nel palinsesto dell’edizione 2023 di “Milano Art Week”, la manifestazione diffusa dedicata all’arte moderna e contemporanea.

“Helmut Newton. Legacy” ripercorre, attraverso un corpus di 250 tra fotografie, riviste, documenti, video e materiali d’archivio, la carriera lunga più di cinquant’anni del fotografo tedesco naturalizzato australiano.

Helmut Newton – Autoritratto. Monte Carlo, 1993
© Helmut Newton Foundation

Nato a Berlino da una famiglia ebrea, Helmut Neustädter – questo il suo vero nome – collaborò con i più grandi marchi di moda e magazine di settore e pubblicò decine di libri fotografici di gran successo. La sua fotografia – raffinata, a tratti metafisica, man mano sempre più provocatoria – traeva ispirazione dalle fonti più disparate, quali l’arte (la corrente del Surrealismo), la letteratura (i racconti fantastici di E.T.A. Hoffmann) e il cinema, in particolare i film incentrati sul tema della metamorfosi e del doppio.

Proprio attorno alla tematica del doppelgänger si concentrò l’interesse di Newton che già negli anni ’60 pensò di “raddoppiare” e “sdoppiare” le sue immagini, affiancando alle modelle in carne ed ossa dei manichini, per poi sviluppare – a partire dai primi anni ’80 – un’idea visiva del tutto rivoluzionaria, fotografando le modelle che posavano per lui due volte nella medesima posa, prima vestite e poi nude, in una serie di scatti audaci che non mancarono di destare scandalo nel pubblico di allora.

Helmut Newton – Elle. 1967
© Helmut Newton Foundation

La mostra si articola in un percorso suddiviso in sei sezioni, ognuna delle quali corrispondente ad un preciso capitolo cronologico della vita dell’artista: “Esordi“, “Anni Sessanta“, “Anni Settanta“, “Anni Ottanta“, “Anni Novanta” e “Ultimi Anni“.

Oltre ai ritratti iconici entrati nell’immaginario comune e ad una nutrita selezione di scatti inediti, la mostra espone anche polaroid e contact sheet, che permettono al visitatore di comprendere il processo creativo e compositivo dietro il lavoro del fotografo.

Dopo Milano, “Helmut Newton. Legacy” farà tappa anche a Roma, presso il Museo dell’Ara Pacis nell’autunno 2023, e poi, a partire dalla primavera 2024, si sposterà a Venezia, nel nuovo centro di fotografia “Le Stanze della Fotografia” sull’Isola di San Giorgio Maggiore.

La mostra “Helmut Newton. Legacy” è aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, presso Palazzo Reale, dalle 10 alle 19.30, giovedì fino alle 22.30. Prezzo del biglietto intero 15€ e ridotto a 13€.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli