lunedì, Giugno 17, 2024
spot_img

A Como un ristorante-gourmet

Un’icona del lago di Como che da sempre richiama celebrità, personaggi dello spettacolo e imprenditori.

È il ristorante Sant’Anna aperto a Como nel 1907che fra i suoi celebri ospiti ha accolto Walter Chiari, Claudio Baglioni, la principessa Carolina di Monaco e Stefano Casiraghi, Gianfranco Ferrè e la famiglia Missoni accanto alla clientela locale, che frequentando assiduamente il ristorante contribuisce ancora oggi all’atmosfera familiare del luogo. 

La dimensione intima e autentica del Sant’Anna ha attirato anche Giuliano Lotto che, intuendone le potenzialità, nel 2021 ha acquistato il ristorante con l’idea di continuare a farlo risplendere. Con trent’anni di esperienze internazionali nell’ambito della ristorazione, Lotto porta al Sant’Anna le competenze maturate a Londra dove è diventato famoso per aver definito il successo di circa quaranta locali della capitale britannica e aver dato vita a virtuose partnership con chef stellati come Gordon Ramsay e Giorgio Locatelli. 

In cucina lo chef Francesco Priore, arrivato nel 2001 come commis, intreccia tradizione e creatività utilizzando ingredienti di altissima qualità, selezionati in una logica di stagionalità e, dove è possibile, a km zero. Fra le entrée non manca la sapidità del mare interpretata con i Cucchiai di scampi e gamberi di Mazara crudi al tartufo nero, le Sarde a beccafico con verde di zucchine alla mentuccia fresca, il Carpaccio di ostrica francese con gel di Plancton Marino ed emulsione allo Champagne. Dalla terra, invece, arrivano i sapori del Tonno di coniglio con piccole carote, peperoni e polvere di olive e l’uovo poché con nido di asparagi su fonduta di Parmigiano Reggiano. Fra i primi, celebrano la fama del Sant’Anna il Risotto al Pesce Persico, burro e salvia, gli Gnocchi di patate con datterini infornati, calamari spillo e bottarga di muggine, le Tagliatelle al ragù di ossobuco tagliato a coltello e pistilli di zafferano, i Tagliolini di pasta fresca all’uovo con agretti e tartufo nero di Norcia. Sono piatti sapientemente realizzati che traducono i valori del ristorante in un’indimenticabile esperienza di gusto, invitando a scoprire la grande concretezza dei secondi, fra cui il Branzino al sale, la Guancetta di maialino iberico Bellota in doppia cottura con asparagi e crema di gorgonzola, il Carré d’agnello in osmosi al caffè con flan al carciofo primaverile. Anche la carta dei dolci segue la filosofia della cucina e conquista i palati grazie a un tripudio di sapori interpretato dalla Crostatina alla crema di limone con meringa all’italiana, dal Tiramisù al caramello salato e amaretto, dalla Cheesecake scomposta alle fragole con terra al cioccolato.

A garantire la celebre ospitalità del locale è il maître Fabio Pedraglio, che grazie a una lunga conoscenza maturata anche all’estero offre un servizio d’eccellenza che si rifà ai valori e alle buone abitudini del passato. L’atmosfera conviviale del Sant’Anna accompagna gli ospiti dall’ora di pranzo fino a tarda sera, diventando lo scenario privilegiato per business lunch, cene fra amici o serate intime. Nell’ottica di offrire ai propri clienti un’esperienza sempre più coinvolgente, la cucina di Francesco Priore arriva anche a casa con un servizio di consegna a domicilio: gli ingredienti vengono confezionati sottovuoto per consentire di riproporre nella propria dimensione domestica la qualità e lo spirito dei piatti del ristorante. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli