venerdì, Marzo 1, 2024
spot_img

“Zero Gravity Evolution”: l’arte generativa di Yoichiro Kawaguchi al MEET

di G.P.

Fino a domenica 28 gennaio 2024 il MEET | Digital Culture Center ospita la mostra immersiva “Zero Gravity Evolution” dedicata all’artista giapponese di computer grafica Yoichiro Kawaguchi.

Professore Emerito all’Università di Tokyo e Presidente della Digital Content Association of Japan, Kawaguchi è stato uno dei pionieri dell’arte generativa che – tra gli anni ’60 e ’90 del secolo scorso – ha esplorato le potenzialità di creazione di immagini con il computer attraverso una serie di algoritmi.

Nel 1982 durante la SIGGRAPH, la più importante conferenza internazionale sulla computer grafica, Kawaguchi ha presentato il suo lavoro formativo “Growth Model“, un modello di crescita dove – grazie alla programmazione – le forme generano altre forme, crescendo in complessità, in un gioco di metamorfosi continua di espressioni e colori.

La mostra “Zero Gravity Evolution” propone opere per lo più ispirate ad una natura costituita da elementi onirici e ancestrali e realizzate dall’artista a partire dagli anni ’70 sino ad oggi: da disegni a piccole sculture, passando per i primi esperimenti di computer animation fino agli ultimi lavori in altissima risoluzione.

Yoichiro Kawaguchi – Xenion (2003)

Il percorso espositivo si apre con un lavoro del 2003, “Xenion“, basato su un modello di crescita algoritmico, in cui i delicati movimenti delle cellule forniscono l’energia per i grandi cambiamenti della forma complessiva. Oltre alla grafica computerizzata colorata, Kawaguchi utilizza anche forme geometriche color argento che rivelano una bellezza astratta futuristica.

Un’altra opera in esposizione è “Nebular” (2000), un lavoro in 8K in cui l’artista si immerge nello spazio profondo, dove materia e antimateria sono in perpetua lotta. E ancora “Poisoned Bergy” (2008), un lavoro di computer grafica 3D ad altissima definizione, dove l’immagine di un ghiacciaio velenoso è espressa in giallo e nero e sfida i limiti espressivi dei modelli di crescita.

Yoichiro Kawaguchi – Poisoned Bergy (2008)

La mostra “Zero Gravity Evolution” è aperta presso il MEET | Digital Culture Center di viale Vittorio Veneto 2, da martedì a domenica, dalle 15 alle 19. Prezzo del biglietto: 10€ intero, 7€ ridotto per giovani sotto i 25 anni e anziani sopra i 65 anni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli