martedì, Marzo 5, 2024
spot_img

World Cancer Day

Approvata all’unanimità alla Camera dei Deputati una mozione unitaria, sottoscritta da tutti i colori politici, che chiede al Governo un impegno preciso…

…sui 12 punti del nuovo Accordo di Legislatura 2022/2027 siglato dalle Associazioni del Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere” con i partiti. La mozione, con prima firmataria l’On. Vanessa Cattoi, coordinatrice dell’Intergruppo parlamentare “Insieme per un impegno contro il cancro” alla Camera, dà ufficialmente il via ai lavori per la XIX Legislatura dell’Intergruppo, che si è ufficialmente ricostituito anche al Senato.  Un chiaro e rilevante segnale di compattezza di tutti gli schieramenti politici dal punto di vista dell’impegno per i diritti dei pazienti oncologici e onco-ematologici e un importante traguardo per le attività del Gruppo, proprio alla vigilia della data del 4 febbraio, nella quale si celebra in tutto il mondo il World Cancer Day, giornata internazionale per aumentare la consapevolezza sul cancro, promuoverne la prevenzione e sensibilizzare sull’accesso alle cure.

«L’Intergruppo rappresenta l’impegno della politica italiana per i diritti dei pazienti oncologici e onco-ematologici – dichiara Annamaria Mancuso, Presidente Salute Donna Onlus e Coordinatrice del Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere” – siamo convinti che l’Intergruppo possa promuovere presso il Governo importanti e forti azioni di promozione delle
istanze più cogenti dei malati. Diamo atto ai politici di tutti gli schieramenti di una grande presa di coscienza rispetto alle tematiche e le esigenze dei pazienti in questi ultimi due anni. Ringrazio i deputati e i senatori che hanno consentito attraverso la continua condivisione e lo scambio reciproco di idee e riflessioni, la ricostituzione tempestiva dell’Intergruppo, strumento fondamentale di aperto e proficuo dialogo tra Associazioni dei pazienti e Parlamento».

La mozione presentata dall’Intergruppo “Insieme per un impegno contro il cancro” e approvata ieri alla Camera all’unanimità chiede l’attuazione del nuovo Piano Oncologico Nazionale (PON) e la disponibilità dei fondi europei per il programma EU4 Health; chiede inoltre di favore l’adozione di un Tavolo permanente presso il Ministero della Salute con le Società scientifiche, le Associazioni dei pazienti e i membri dell’Intergruppo per identificare obiettivi, coperture economiche e risultati dei processi. Ma la mozione spinge anche sul fronte della prevenzione e delle reti oncologiche, della ricerca clinica e delle terapie innovative. «Sono fiera di poter coordinare l’Intergruppo alla Camera e ringrazio ancora tutti i colleghi – afferma l’On. Vanessa Cattoi – mi auguro che anche nel corso di questa Legislatura saremo in grado di portare avanti le istanze che giungono dalle Associazioni dei pazienti e dal Comitato tecnico-scientifico. Noi tutti siamo davanti ad una grande sfida: coniugare la sostenibilità economica con l’accessibilità all’innovazione fermo restando la necessità di porre sempre al centro l’interesse del malato. Questo è il compito del legislatore e con la mozione che abbiamo votato all’unanimità abbiamo iniziato un percorso nuovo di responsabilità che tutti i parlamentari oggi si sono assunti nei confronti dei pazienti oncologici e delle loro famiglie».

Nel nostro Paese si stimano 390.700 nuove diagnosi di tumore nel 2022 (fonte: I numeri del cancro in Italia, 2022), erano 376.000 nel 2020; 3,6 milioni di cittadini vivono oggi con una diagnosi di cancro (dati del 2020), contro i 2,5 milioni del 2005. Pesano i gravi ritardi accumulati durante la pandemia da Covid-19, che ha avuto l’effetto di allungare ulteriormente le liste di attesa per esami diagnostici e di screening. Nonostante si stia registrando, in questi mesi, una ripresa dei programmi di prevenzione secondaria e degli interventi chirurgici in stadio iniziale, il problema delle liste di attesa permane ed è prioritario risolverlo. Il nuovo Piano Oncologico Nazionale 2023-2027 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni; il documento detta gli indirizzi per la prevenzione, la cura e l’assistenza ai malati di cancro con rinnovata attenzione ai percorsi assistenziali grazie a “un approccio globale e intersettoriale, con una maggiore integrazione tra prevenzione, diagnosi precoce e presa in carico” e con il grande obiettivo della riduzione fino all’eliminazione delle disuguaglianze nell’accesso agli interventi di prevenzione e cura. Per essere efficace e realistico il nuovo Piano Oncologico Nazionale necessita però di specifici finanziamenti che consentano alle regioni di rispondere alle disposizioni inserite negli appositi indicatori approntati per l’implementazione del Piano.

Negli ultimi 8 anni, a cavallo delle ultime due legislature, l’Intergruppo parlamentare “Insieme per un impegno contro il cancro” ha favorito il dialogo fra il Parlamento e le Associazioni di pazienti del Gruppo, guidato dalla necessità di intervenire in modo organico e fare fronte comune contro il cancro. Un nuovo Accordo di Legislatura 2022/2027 in 12 punti, promosso dalle Associazioni di pazienti del Gruppo e sottoscritto da tutte le forze politiche, guida le attività del Gruppo nel lavoro con le Istituzioni.

I promotori dell’Intergruppo al Senato, all’interno dei diversi partiti, sono: il Sen. Franco Zaffini (Fratelli d’Italia); la Sen. Sandra Zampa (Partito Democratico); la Sen. Elena Murelli (Lega – Salvini Premier – Psd’Az); la Sen. Maria Domenica Castellone (Movimento Cinque Stelle); la Sen. Daniela Sbrollini (Azione – Italia Viva – RenewEurope); la Sen. Giovanna Petrenga (Civici d’Italia – Noi Moderati – Udc – Coraggio Italia – Noi con l’Italia – Italia al centro – Maie).

#ilcancrononhacolore

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli