sabato, Maggio 25, 2024
spot_img

Torchiera occupata, ci provano i residenti

Consegnate ad inizio giugno oltre 1200 firme

Ai primi di febbraio scorso, in concomitanza con Igor Iezzi  a Palazzo Marino, presentai una mozione in CdZ 8 per richiedere la messa a bando della Cascina Torchiera. Sita nel piazzale del Cimitero Maggiore la struttura di proprietà Comunale, da oltre due decenni è occupata da chi l’ha fatta rientrare stabilmente nel circuito dei “centri sociali abusivi” cittadini e, negli ultimi tempi, esternamente anche da nomadi con animali al seguito.

La richiesta di messa a bando, iter per altro previsto per altre cascine milanesi di propietà Comunale, prevede l’affidamento per un determinato numero di anni a chi preventivamente può e vuole ristrutturare lo stabile per poi fare delle legali attività.

La mozione, volutamente scritta senza riferimenti polemici, venne discussa in CdZ 8 il 13 marzo venne bocciata dalla maggioranza di sinistra. La scusa fu che l’assessore De Cesaris inviava al CdZ 8, guarda caso il giorno prima della discussione in CdZ8, una comunicazione scritta deve affermava la generica volontà futura dell’amministrazione a procedere per il bando.

Nel breve testo pervenuto dall’assessore non c’era una data, non una indicazione temporanea.

Vista la situazione e le promesse senza tempistica del vice-sindaco De Cesaris  il gruppo “Musocco c’è”, creato lo scorso inverno da residenti dell’omonimo quartiere in seguito alle occupazioni dei nomadi delle aree  Montefeltro-Brunetti, si è attivato autonomamente nella raccolta firme a sostegno di un testo dove si chiede all’amministrazione Comunale di rispettare gli annunci: la messa a bando dalle Cascina Torchiera ed un intervento esterno di sgombero dei nomadi abusivi ormai stanziali con relativa e costante pulizia da parte di Amsa.

La raccolta firme nel quartiere ha ottenuto un grande successo cosi con la collaborazioni di qualche commerciante ed i pochi banchetti realizzati in meno di un mese, si sono raccolte oltre 1200 adesioni.

E’ la prima volta, dopo molti anni di occupazione della Torchiera ed attività svolte abusivamente, che cittadini del quartiere richiedono, in gran numero e con determinazione, la fine di una situazione invece tutt’ora tollerata da partiti politici e associazioni politicizzate, evidentemente schierate a sinistra presenti a Musocco.

Tali firme ai primi di Giugno, sono state protocollate e consegnate al Prefetto, al vicesindaco non che assessore all’urbanistica del Comune De Cesaris, e al Presidente del Consiglio di Zona 8 Zambelli che nell’occasione ha espresso riscontri positivi in merito. Bella coerenza visto il voto contrario ad un testo di delibera pressoché analogo di pochi mesi orsono in CdZ8.

Zambelli stesso, si è ben guardato dal dare notizia al Consiglio dell’ iniziativa suffragata dalle oltre 1200 firme ricevute, limitandosi nel confermare a denti stretti dopo una mia precisa richiesta in aula.

Martedì scorso qualcosa si è mosso; sono stati sgomberati i nomadi che risiedevano  da mesi appena all’esterno della cascina Torchiera (restano le loro galline).  Bene, finalmente.

Ora dopo i soliti annunci, manca dall’amministrazione un bando fatto con criterio che finalmente dia una possibilità a chiunque abbia i mezzi e la voglia di riportare decoro alla struttura e all’intera area. Il timore invece, di un bando fatto su misura per gli attuali occupanti, è forte in molti. 

Enrico Salerani – capogruppo Lega Nord CdZ 8

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli