25 Luglio 2021

IL PROLUNGAMENTO DELLA M1 VERSO BAGGIO

di Carlo Radollovich

Come risaputo, la linea “Blu” della metropolitana milanese, l’ormai famosa M4, prosegue il suo lento cammino nel nostro sottosuolo. Nella prossima primavera sarà inaugurata la prima tratta Linate – Forlanini Fs, mentre i restanti segmenti potranno essere percorribili dalle carrozze non prima del 2023. E se si considera che i primi lavori iniziavano nel lontano 2015, ci si chiede come mai, seppure in presenza di scavi assai complessi, siano necessari ben otto anni per mettere la parola fine al completamento di 15 chilometri.

Ma ora ci si sta impegnando per mettere sul tavolo un interessante progetto relativo al prolungamento della “Rossa” tra Bisceglie, Parri-Valsesia, Baggio e Quartiere Olmi, un prolungamento che sicuramente faciliterà l’ingresso in Milano di migliaia di pendolari. Si tratta di 3,3 chilometri che allungheranno il percorso della M1 sino a complessivi 32 chilometri per un totale di 43 stazioni.

Il costo che si dovrà sostenere risulterà decisamente salato, considerando che si dovranno sborsare 350 milioni di euro circa, 210 dei quali assicuratici da Roma, ai quali se ne dovranno aggiungere altri 140. Questi sacrifici sono necessari, come si accennava, per tutti coloro che raggiungeranno la nostra città dall’hinterland. Cesano Boscone, Cusago, Albairate, Cisliano, Abbiategrasso sono soltanto alcuni dei Comuni che beneficeranno di quest’opera.

Esiste tuttavia un’amara contrapposizione a questo interessante prolungamento e cioè: il progetto definitivo, sembra quasi incredibile, non è stato ancora ufficialmente presentato poiché la sua firma (anche se la percorrenza è già stata definita) potrà essere posta soltanto nel corso del 2021. Trangugiamo questa pillola, per nulla indolore, cercando di consolarci parzialmente pensando che le già citate nuove stazioni della M1 saranno raggiungibili anche attraverso percorsi ciclabili.

Infine, sarà necessario studiare la costruzione di idonei parcheggi presso la stazione di Baggio e presso quella del Quartiere Olmi. Si dovrà poterli raggiungere evitando ovviamente di transitare per quelle strade, spesso intasate, che vengono già utilizzate per la viabilità locale.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli