lunedì, Aprile 22, 2024
spot_img

“Picasso. La metamorfosi della figura”: la mostra al MUDEC

di G.P.

Fino a domenica 30 giugno 2024 le sale del MUDEC – Museo delle Culture ospitano la mostra “Picasso. La metamorfosi della figura“, che chiude idealmente un anno di celebrazioni per il 50° anniversario della morte del grande artista andaluso.

Promossa dal Comune e prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, con Fondazione Deloitte, e con il patrocinio dell’Ambasciata di Spagna in Italia e dell’Istituto Cervantes di Milano, la mostra è curata dalla conservatrice onoraria del Museo Picasso di Barcellona Malén Gual, insieme a Ricardo Ostalé.

L’esposizione rilegge l’intera produzione di Picasso – dalle opere giovanili fino a quelle più tarde – alla luce del grande interesse del pittore verso le fonti artistiche primigenie e la cosiddetta “arte primitiva”, mettendo una selezione di suoi lavori in dialogo con il corpus di fonti antiche e reperti archeologici ed etnografici conservati nelle collezioni del MUDEC.

“Picasso. La metamorfosi della figura” propone oltre 40 opere tra dipinti e sculture e 26 bozzetti e disegni preparatori provenienti dal prezioso Quaderno n. 7, concesso in prestito per la mostra dalla Fondazione Pablo Ruiz Picasso – Museo Casa Natal di Malaga.

Pablo Picasso – Quaderno “Les Demoiselles d’Avignon”, 1907
28r: Nudo seduto con le braccia alzate e Nudo appoggiato con un braccio alzato
Museo Casa Natal Picasso, Málaga
© Succession Picasso, by SIAE 2024

Il percorso espositivo si snoda in 6 sezioni: la prima, “Uno sguardo verso altre culture“, accoglie una selezione di opere realizzate nel 1906 e ispirate all’antico Egitto e alle sculture iberiche; la seconda sezione, intitolata “Les Demoiselles d’Avignon“, ospita gli studi preparatori del primo quadro cubista del pittore e il magnifico dipinto Femme Nue, in prestito dal Museo del Novecento.

La terza sezione, “Cubismi“, è dedicata alle sculture e opere cubiste realizzate da Picasso tra il 1908 e il 1917; la quarta sezione “Dagli anni ’20 alla Seconda Guerra Mondiale” si concentra sulla permanenza dell’arte tribale nell’opera dell’artista.

Pablo Picasso – Donna che gioca in spiaggia, 1928
Collezione privata
© Succession Picasso, by SIAE 2024

Nella quinta sezione, “Metamorfosi della figura“, sono esposti lavori realizzati tra il 1930 e il 1970, infine, la sesta ed ultima sezione, “Picasso e l’arte africana: un’attrazione reciproca” è dedicata alle evidenti influenze dell’arte africana tradizionale nell’opera di Picasso.

La mostra “Picasso. La metamorfosi della figura” è aperta presso il MUDEC di via Tortona 56, tutti i giorni, lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 20.30, giovedì e sabato fino alle 22.30. Prezzo del biglietto: intero 16€, ridotto 14€.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli