martedì, Giugno 25, 2024
spot_img

Levrieri salvati da terribili sofferenze

La località di Macao, territorio portoghese nel Sud est asiatico sino al 1999 e dal 2000 ceduto alla Cina, usufruiva di un cinodromo ove i levrieri venivano sfruttati al massimo sino al luglio 2018, data in cui la struttura veniva finalmente chiusa.

I poveri cani non erano considerati animali, ma semplici automi per guadagnare soldi, condannati a gareggiare sino allo sfinimento. E infatti, a seguito di possibili ferite o quando essi non erano più in grado di correre efficacemente, venivano purtroppo soppressi.

Ma l’associazione milanese Pet Levrieri, che aveva potuto toccare con mano la situazione prima che il cinodromo venisse smantellato, decideva, unitamente ad altre associazioni dislocate in varie parti del mondo, di porre in salvo i circa 500 levrieri rimasti in vita per poi assegnarli a coloro che ne avrebbero fatto richiesta.

L’iniziativa si concludeva favorevolmente, tanto che all’Italia spettavano 65 esemplari, nel frattempo totalmente adottati grazie all’intervento dei soci della Pet Levrieri che hanno assicurato a loro un rifugio in attesa di trovare…casa.

Curare quei poveretti, a Macao, è stato da subito assai complicato, ma diversi veterinari, provenienti dall’Australia e dagli Stati Uniti, si prodigavano in loco per somministrare farmaci specifici e soprattutto per iniettare l’indispensabile soluzione antirabbica prima della loro partenza.

Ma la lotta per la salvaguardia di questi animali, a livello generale, non si è ancora conclusa. Si dovrà infatti intervenire presso Spagna e Irlanda, ove questo tipo di corse è ancora consentito, nel tentativo di far cessare possibili supplizi.

Concludendo, non sappiamo se l’onorevole Michela Brambilla, presidente e fondatrice della LIDAA (Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente) sia stata informata su questa straordinaria operazione a favore dei levrieri. Siamo tuttavia certi che l’avrebbe vissuta con particolare soddisfazione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli