lunedì, Luglio 22, 2024
spot_img

Le irrisolte diatribe sul futuro di San Siro

Da alcuni anni lo stadio Meazza è al centro di un infinito tira e molla tra cittadini, comitati e squadre di calcio (Inter e Milan) che riguardano il futuro di questo stadio. Vi sono autorità milanesi che desiderano procedere ad un suo restauro, altre che vorrebbero lanciarsi in una struttura più moderna, soprattutto in previsione delle vicine Olimpiadi Milano-Cortina del 2026.

A tutto ciò si aggiunge un’aspra considerazione del sindaco Sala, il quale si è dichiarato “stufo” di una situazione che si protrae ormai da troppo tempo. Rivolgendosi all’intero Consiglio comunale, ossia maggioranza e opposizione, dice di non aver ricevuto, in più di due anni, una proposta che possa ritenersi sensata.

Attende insomma, anche da parte dei club, una chiara risposta sulla possibile eventualità di creare un impianto nell’area il cui sorge il vecchio stadio. Ma ecco l’intervento da parte di un Consigliere dei Verdi, appoggiato anche da una parte del Pd, che si dichiara contrario alla demolizione del Meazza, chiedendo contemporaneamente alle squadre meneghine di optare per la sua ristrutturazione.

In sostanza, questi negherebbero il loro appoggio sia alla nuova costruzione presso la vicina “La Maura” sia a quella ventilata nel territorio di San Donato. Beppe Sala, alquanto stizzito per il succedersi di opposti pareri, invita i Consiglieri a formulare una proposta che possa rivelarsi in effetti davvero realistica.

Secondo il sindaco, la strada tracciata dai Verdi e dal mondo ambientalista (ossia riqualificare San Siro) risulta del tutto impraticabile. Egli si dichiara contrario anche a quanto ha detto di recente il presidente del Senato La Russa e cioè che si potrebbero creare due stadi vicini, uno destinato al calcio, l’altro ai grandi eventi.

Per fortuna, con il trascorrere dei minuti, la tensione in aula si è placata. Ci si intratterrà su questo delicato argomento nel corso di un apposito Consiglio straordinario, non appena si riceveranno novità da parte della Sovrintendenza, la quale dovrà pronunciarsi su che genere di vincolo verrà applicato per il Meazza.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli