martedì, Aprile 23, 2024
spot_img

Largo Augusto sta rivivendo

Dopo sette anni di stop, relativi alle operazioni di lavoro necessari per attivare parzialmente il metro M4 (Linea blu), ecco pronto a rifiorire l’incanto di largo Augusto, anche se l’inaugurazione ufficiale di questo ampio spazio verrà effettuata soltanto nel mese di giugno.

Oltre all’applauso degli operai e anche dei cittadini, che in cuor loro attendevano da anni questo momento, la statua di Cristo Redentore è stata finalmente collocata sulla colonna, detta del Verziere, a circa venti metri d’altezza. La sacra immagine di Nostro Signore torna a riaffacciarsi su una Porta che, prima del suo “trasferimento” in zona Cinque Giornate, si chiamava ancora Porta Tosa.

La statua venne posta in cima alla colonna nel 1623, dopo essere stata disegnata dal famoso architetto Francesco Maria Richini (1584 – 1658) e poi creata da Giuseppe e Gian Battista Vismara. Prima di tutto ciò, primeggiava qui una delle “croci” volute da San Carlo Borromeo per consentire ai milanesi di assistere alle Sante Messe, alle loro basi, durante il periodo in cui infuriava la terribile peste.

Ma vi è una sorpresa che farà felice non solo gli storici, ma tutti gli ambrosiani. Infatti, la cosiddetta “colonna ruvida”, appena restaurata dopo che era stata scoperta nel 2017 sotto il basamento della colonna del Cristo, sarà collocata nello stesso largo Augusto tra un filare di alberi che andrà a formare un asse verde che richiamerà alla memoria il vecchio mercato del Verziere, come sappiamo non più esistente dal 1911.

Tali alberi prenderanno il posto della sede stradale in direzione del centro cittadino, consentendo tuttavia una via di fuga per quei mezzi che si dirigeranno verso il Tribunale. Insomma, Milano si sta abbellendo sempre di più. Un unico rammarico: la lentezza con cui si eseguono i lavori. Un esempio è proprio fornito dalla realizzazione della M4. Non si pretende la velocità da sempre messa in atto da parte dei cinesi, ma nemmeno ripiegare su tempi che risalgono al 2008 (primi scavi per indagini archeologiche) e che vedranno la fine solo al termine del corrente anno.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli