1 Luglio 2022

L’ABBAZIA DI CHIARAVALLE E LA SUA TORRE

di Carlo Radollovich

Questo complesso monastico cistercense, uno dei primi esempi di architettura gotica in Italia, venne consacrato, in onore di Santa Maria di Chiaravalle, in data 2 maggio 1221 dal vescovo di Milano Enrico I da Settala.

Del chiosco, duecentesco, sono rimaste la parte settentrionale e due campate. Qui, a fianco di un pregevole affresco, è visibile una lapide collocata in occasione della consacrazione della chiesa, sormontata da un volatile particolarmente in rilievo (una cicogna), degno di nota.

Tra alcune settimane si festeggeranno gli ottocento anni di vita di questa importante chiesa, attorno alla quale si era sviluppato un ampio borgo agricolo. Si presenta tutto sommato in buona salute e va menzionato che nel 2018, dopo più di cento anni, è ritornata a scorrere l’acqua verso il vecchio mulino dell’abbazia, tanto che le antiche macine hanno ripreso a frantumare granaglie.

Va anzitutto ricordato che l’imponente torre, definita familiarmente “Ciribiciaccola” e situata dietro l’abbazia, aveva evidenziato, già da diverso tempo, alcuni cedimenti di una certa importanza, cosa che ha fatto scattare i necessari lavori di restauro che si protrarranno verosimilmente sino al prossimo autunno, con il contributo del ministero dei Beni Culturali.

Si effettuerà una prima indagine di tipo “diagnostico”, alla quale seguirà una fase di verifica per quanto riguarda la vulnerabilità sismica nonché un particolareggiato accertamento che dovrà fare luce su tutte le operazioni di restauro che dovranno essere eseguite.

Ogni tipo d’intervento – assicurano gli esperti – non inciderà sulle valide caratteristiche della torre e nemmeno risulteranno invasive. Essa sarà sottoposta, come dicevamo, ad un esame concernente la vulnerabilità sismica, poiché, nei mesi scorsi, è stata riscontrata una disomogeneità delle murature a causa delle varie ristrutturazioni susseguitesi nei secoli.

Vi sono altresì alcuni elementi, riguardanti parti di muro, che farebbero supporre primi distacchi. Inoltre si osserva che altre parti, in ferro, si stanno vistosamente ossidando, mentre diverse colonnine in pietra mostrano piccole lesioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli