lunedì, Luglio 15, 2024
spot_img

Interessante mostra su “L’antico Borgo di Villapizzone a Musocco”

Invito a visitare la mostra all’aperto su “L’antico Borgo di Villapizzone a Musocco”, mostra di pannelli fotografici esposti sulle cancellate condominiali degli edifici MM di via Console Marcello 19 – 21 poiché mancano poco meno di due mesi per poter scoprire la storia del territorio dell’ex Comune di Villapizzone e dintorni.

La mostra dei pannelli fotografici è stata promossa dalla Fondazione Carlo Perini con la partecipazione di MM ed è stata realizzata dalla collaborazione di Christian Iosa con Claudio Gironi, Maria Antonietta Breda, Alessandro Cornaggia, Massimo Pozzi e progetto grafico di Diego Mantica. La mostra è stata presentata sabato 20 aprile scorso alla presenza di moltissimi cittadini non solo del territorio, ma provenienti da diverse parti del territorio, e si concluderà il 31 agosto prossimo. La mostra è composta da 18 pannelli ed è posta in via Console Marcello tra i civici 19 – 21 e le vie Fiamminghino e Rosina Ferrario Grugnola a poca distanza della Biblioteca Comunale Villapizzone.

Inizio della mostra dei pannelli fotografici

Un plauso e ringraziamento va alla Fondazione Carlo Perini, al suo Presidente Christian Iosa che con il Direttivo hanno saputo organizzare nel corso di tutto l’anno 2023 un percorso che continua ancora, percorso culturale che era ed è ancora oggi parte principale della mission del Perini.

La Fondazione Perini nel corso di questi ultimi circa due anni ha organizzato oltre settanta eventi, dalle visite guidate alle mostre, dagli spettacoli teatrali ai concerti, eventi organizzati poiché come noto lo scorso anno 2023 è stato l’anno del Centenario degli 11 comuni allora autonomi e aggregati a Milano con il Regio Decreto n. 1912 del 2 settembre 1923, reso operativo con  la delibera del Consiglio comunale di Milano del 14 dicembre 1923.

Mappa del Comune di Villapizzone, 1866

I Comuni aggregati a Milano furono: Affori, Baggio, Chiaravalle Milanese, Crescenzago, Gorla – Precotto, Greco Milanese, Lambrate, Musocco, Niguarda, Trenno e Vigentino che divennero le nuove periferie della città di Milano, inoltre nel 2023 è stato ricordato quale 150° anniversario dell’annessione a Milano dell’allora Comune dei Corpi Santi.

Circa tutti gli eventi organizzati dalla Fondazione Carlo Perini all’intero del territorio degli 11 ex Comuni aggregati allora a Milano, non si possono riportare tutti ne cito solo alcuni organizzati nel territorio del Municipio 8 di Milano dell’allora Comune di Musocco quali: la mostra diffusa all’aperto esposta presso le cancellate della Parrocchia di San Martino in Villapizzone e relativa visita guidata nello storico territorio lì adiacente; la posa della targa presso l’ingresso del quattrocentesco edificio storico che fu la prima sede dell’allora Comune di Musocco, targa posta sulla parete del civico 1 di via Cinque Maggio e relativa visita dell’antico borgo di via Mambretti e dintorni, una successiva visita guidata dal Quartiere di Villapizzone a piazzale Santorre di Santarosa presso l’ultima ex sede del Comune di Musocco oggi sede della Croce Verde Sempione ODV già Croce Verde Musocco e sede del Centro Socio Culturale Sardo. 

Il territorio del Comune di Musocco

Perché è interessante visitare questa mostra all’aperto dell’antico Borgo di Villapizzone?

Poiché senz’altro il visitatore osservando i pannelli, sugli stessi troverà riportato la storia del territorio già dell’antico Comune di Villapizzone, comune autonomo che soltanto nel 1869 fu aggregato al Comune di Musocco, così come furono aggregati anche i territori di Garegnano, Boldinasco, Roserio e Cassina Triulza così il Comune di Musocco fu definito “Musocco e Uniti”, va riferito che al Comune di Musocco già nel 1753 fu aggregato il territorio di Quarto Uglerio oggi Quarto Oggiaro e nel 1841 fu aggregato il territorio di Vialba.

0La Melgasciada e la leggenda del tesoro nascosto

Nel visitare la mostra si può leggere la storia del territorio e osservare le mappe e scoprire i vari nomi delle tantissime cascine e delle vie d’acqua con i suoi fontanili che attraversavano il territorio di Villapizzone quali erano: Cacadenari, Marianella, Marchin, Testa dell’Archet e il torrente Mussa. Leggere inoltre la storia della settecentesca Villa dei Conti Radice Fossati di piazza Villapizzone, villa che nel corso degli anni aveva svolto una serie di attività e subito anche un certo degrado. Soltanto successivamente negli anni settanta c’è stato un cambiamento con l’esperienza della Comunità Volpi. Oggi la Villa già dei Conti Radice Fossati è un luogo pubblico abitato e custodito dalla Comunità di Villapizzone Famiglie e dai Padri Gesuiti, e all’interno c’è anche una piccola chiesetta che è sempre aperta con libero accesso.

Sui pannelli ci sono diverse altre curiosità che si mescolano tra la leggenda e la realtà come il cosiddetto tesoro nascosto dai briganti Battista Scorlino e Giacomo Legorino che nel loro brigantaggio svolto all’interno del Bosco della Merlata avevano accumulato un consistente tesoro, forse nascosto proprio nell’ambito della Trattoria della Melgasciada e leggere altre curiosità.

Pannello Villapizzone tra memoria storica e Volontariato

Ecco perché invito ancora i cittadini del territorio e non solo ad andare a visitare questa importante mostra di pannelli fotografici che la Fondazione Perini ha allestito in via Console Marcello nella periferia nord ovest di Milano.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli