1 Ottobre 2022

IL MERCOLEDÍ NEL CONDOMINIO – Le anticipazioni di mercoledì 5 maggio

Ecco le anticipazioni de “Il mercoledì nel condominio” 

Tutti i contenuti saranno interamente fruibili domani nell’edizione cartacea del Sole 24 Ore in edicola e all’interno dell’inserto digitale “Quotidiano del Condominio“.

Teleassemblea, sì dalle associazioni degli amministratori di condominio

Di Saverio Fossati

Dopo un anno di sperimentazione, anche per la sospensione da Covid-19 e  per le pressioni dovute all’urgenza di avviare i lavori del superbonus, le teleassemblee hanno ormai preso piede. Nell’inchiesta realizzata dal Sole 24 Ore sono state interpellate le associazioni di categoria e quasi tutte hanno risposto, dando un quadro articolato ma nel complesso positivo.

Queste le associazioni (con i rispettivi presidenti che hanno fornito le risposte): Abiconf (Andrea Tolomelli), Agiai (Tommaso Mongiovì), Alac (Paolo Gatto), Anaci (Francesco Burrelli), Anammi (Giuseppe Bica), Anapi (Vittorio Fusco), Anapic (Lucia Rizzi), Apac (Stefano Milanesi), Assiac (Concetta Cinque), BMItalia (Giovanni Zullo), CondoAssociaazione (Peter Lewis Geti), Confai (Luigi A. Ciannili), Confabitare (Alberto Zanni), Confamministrare (Giuseppe Buccheri), Fna (Matteo Rezzonico), Laic (Luigi Cottignoli), Naca (Sabrina Apuzzo), Recert (Giuseppe De Pasquale), Sesamo (Luigi F. Giannini), Unai (Rosario Calabrese), Unioncasa (Flavio Sanvito), Upac (Michele Orefice).

Legittimo approvare più rendiconti in una sola assemblea

Di Giovanni Iaria

Tra gli obblighi dell’amministratore del condominio, previsti dall’articolo 1130 del Codice civile, vi è quello di redigere annualmente il rendiconto della gestione condominiale e di convocare annualmente l’assemblea per la sua approvazione. È abbastanza frequente, però, che l’obbligo non venga rispettato (in questo anno di pandemia l’inadempimento è stato frequentissimo). ed i condòmini si trovino ad approvare in un’unica assemblea bilanci relativi a più annualità di gestione. In questi casi ci si pone il problema della validità o meno della delibera. Sulla questione si è pronunciata la Corte di appello di Lecce, sede distaccata di Taranto, con la sentenza 367/2020, pubblicata il 4 novembre 2020.

Una lite in condominio può portare alla revoca del porto d’armi

Di Agostino Sola

La comunicazione della notizia di reato nel caso di percosse e di lesioni personali, presuntivamente commessi in occasione di una lite tra vicini, può dare avvio al procedimento di revoca della licenza di porto d’armi per uso caccia: lo ha  statuito la sentenza numero 964 del 16 aprile 2021 del Tar Lombardia, sede di Milano.

Superbonus, come regolarsi con  il general contractor dopo le risposte delle Entrate

Di Pier Paolo Bosso

Dopo le recentissime Risposte ad interpello 254 e 261 del 2021 dell’Agenzia delle Entrate (d’ora in poi AdE) e la 904-334 del 2021 della Direzione Regionale Entrate Lombardia, committenti ed operatori si interrogano sulle possibili conseguenze e sulle modalità operative da seguire.

Le questioni non sono di poco conto, stante che l’AdE ha ribadito che, per quanto riguarda gli oneri ribaltati e oggetto di “rifatturazione” al committente, in ogni caso, non può essere applicato ed incluso alcun margine per  remunerare l’attività di mero coordinamento posta in essere dal GC, in quanto costituirebbe un costo non incluso tra quelli detraibili al 110 % espressamente menzionati dalla normativa.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli