25 Luglio 2021

IL MERCOLEDÍ NEL CONDOMINIO – Le anticipazioni di mercoledì 16 giugno

Ecco le anticipazioni de “Il mercoledì nel condominio”

Tutti i contenuti saranno interamente fruibili domani nell’edizione cartacea de Il Sole 24 Ore in edicola e all’interno dell’inserto digitale “Quotidiano del Condominio“.

Il Tar dà ragione al condominio: stop ai rumori, Comune responsabile

Di Luca Bridi e Annarita D’Ambrosio

Movida molesta e tutela della quiete dei condòmini: è tema di stretta attualità e si ripresenta, ciclicamente, con l’approssimarsi della bella stagione e del ritorno alla normalità post Covid 19.  Dopo la sentenza del Tribunale  di Torino 1261/2021 che ha condannato l’amministrazione comunale ad un maxi risarcimento dei danni patiti da alcuni residenti in condominio, arriva dal Tar Lombardia un’altra interessante pronuncia, la 1214/2021 emessa il 19 maggio scorso, che vede anche in questo caso riconosciute le ragioni del condominio ricorrente che aveva agito per l’ottemperanza di due precedenti  pronunce già favorevoli emesse sempre dal Tar lombardo, la 1979/2019 e la 2054/2020.

Condizionatore, stop al fracasso

Di Giulio Benedetti

È reato usare il condizionatore di un esercizio commerciale che disturba le persone: lLa Cassazione (ordinanza 17745/2021) ha dato torto al titolare che ricorreva avverso la condanna per il reato di cui all’articolo 659 del Codice penale.

Piscina condominiale, manutenzione in base  ai millesimi di proprietà

Di Luana Tagliolini

Partecipa alle spese di uso della piscina anche il condomino che volontariamente decide di non servirsene. Lo ha deciso il Tribunale di Roma con la sentenza  8746/2021, nella quale è stato affrontato il caso di un condomino che constestava  la ripartizione delle spese di gestione della piscina condominiale in base ai millesimi di proprietà.

Pignorabile il conto corrente

Di Giovanni Iaria

Per il Tribunale di Cassino sulle somme depositate sul c/c condominiale c’è un vincolo di destinazione e non sono più a disposizione del singolo condomino, per cui non è necessaria per il creditore la preventiva escussione dei condòmini morosi.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli