12 Agosto 2022

GLI AIRONI CENERINI IN CITTÀ

di Carlo Radollovich

La nostra città, periferia compresa, è stata prescelta da diversi animali selvatici. Sembra un paradosso, soprattutto se pensiamo ai rumori e all’aria non proprio montana che ci circonda.

Eppure, alcuni falchi hanno nidificato sul piano più alto del Pirellone, lo stadio di San Siro è stato “adottato” da diverse famiglie di rondoni, alcuni colombi dal collare (una specie abbastanza rara) hanno preso alloggio al Castello Sforzesco. E che dire delle tre colonie di aironi cenerini, ritornate al Parco Forlanini dopo il soggiorno, evidentemente gradito, dello scorso anno? Questi volatili si cibano di ranocchie, topolini e altri piccoli mammiferi, destinate al loro becco decisamente appuntito. Inoltre, approfittando del fiume Lambro che scorre nelle vicinanze, non disdegnano certi molluschi e anche crostacei che vi prosperano, malgrado l’acqua risulti tutt’altro che pulita. E’ un vero spettacolo ammirare in volo gli aironi cenerini, molto più grandi rispetto ad altri tipi di airone: si consideri che la loro apertura alare può raggiungere addirittura i 180 centimetri. Dopo i loro eleganti volteggi si posano con dolcezza tra i rami delle alte conifere del Parco Forlanini, ricco pure di alcuni canali e con la presenza di un laghetto. Insomma, un habitat ideale, e assai favorevole per loro, che merita di essere protetto in ogni suo angolo. Infatti, dovremmo proseguire questo nostro compito con molta cura, facilitando l’arrivo di altre colonie. Sino a qualche tempo fa sarebbe stata impensabile una loro sistemazione alla periferia della nostra metropoli. Se sapremo proseguire con misure ecologiche concrete, se il verde si espanderà sempre di più e se potremo limitare il grande traffico cittadino, magari eliminando certe rumorosità che disturbano non soltanto noi, ma anche gli animali, ci proietteremmo verso un domani molto più vivibile, circondati da quella natura che merita di essere ulteriormente protetta. Sembra che gli aironi cenerini, ospiti davvero graditi di Milano, vogliano incoraggiarci a non abbandonare mai la difesa del nostro ambiente.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli