martedì, Aprile 23, 2024
spot_img

Fascino antico, calore e atmosfera…

Di qua c’è l’Italia e di là c’è l’Austria, e siamo d’accordo. Ma la verità è che il Tirolo, nel suo insieme, è come un ponte gettato tra mondo latino e mondo germanico, tra Europa mediterranea e Europa centrale. Pensiamo al Brennero, che collega i due Tiroli: non è di lì che da oltre due millenni transitano i popoli germanici diretti verso le solari contrade del Bel Paese? E non è di lì che ancora oggi passano ogni anno milioni di viaggiatori tedeschi diretti in Italia? Dunque il Tirolo, con i suoi splendidi paesaggi montani, con la mitezza accogliente dei suoi ordinati abitanti, con il calore delle sue tradizioni sempre vive, è qualcosa che va ben al di là delle vecchie, esasperanti questioni e distinzioni di lingue, dialetti, mentalità, confini nazionali e amministrativi. Passare una vacanza in questa regione significa approfittare di un viaggio, di una “pausa-relax”, per approfondire la conoscenza di un territorio che ha molto più da offrirci di quanto si possa immaginare…valli, pascoli, chiesette, cittadine di sobria ricchezza, gente semplice che vive in un eden naturale ancora quasi immacolato… 

Bressanone, un gioiello tra i monti

La storia di questa città è legata a quella dei suoi potenti principi-vescovi. In centro si impone il Duomo di origine romanica, ma rimaneggiato nel 1745-54 dall’architetto Giuseppe Delai con i due alti campanili barocchi che fiancheggiano la facciata e un porticato che conduce all’antico chiostro romanico del XIII secolo a colonne binate dove si ammirano alcuni interessanti affreschi. Da non perdere anche la Cappella di San Giovanni Battista. Non lontano da piazza del Duomo – il cuore pulsante della città – si trova, circondato da un fossato, l’imponente Palazzo dei Principi Vescovi, di aspetto barocco, ma risalente al XIII secolo. Il grande cortile interno è caratterizzato da un portico e da due ordini di logge; nelle nicchie, sui pilastri, sfilano 24 statue nere in terracotta raffiguranti gli appartenenti alla casa d’Asburgo. All’interno, maestosa è la Cappella di Corte con volta affrescata, portale e altare maggiore in marmo. Nelle 70 sale del palazzo sono esposte le preziosissime collezioni d’arte sacra del museo. La torre gotica della chiesa di San Michele, alta 72 metri, è uno dei simboli della città. A pochi chilometri si trova Castel Rodengo, che conserva un ciclo di affreschi sulla saga di Ivanoe, e Castel Velturno, la dimora estiva dei vescovi di Bressanone. Proseguendo verso nord, si arriva all’Abbazia di Novacella (www.kloster-neustift.it), un antico centro religioso e culturale aperto al pubblico che vanta un bel chiostro gotico e un’antica biblioteca. Assolutamente da vedere il Museo Diocesano. A pochi chilometri  da Bressanone, c’è la cabinovia che arriva in una delle più belle aree escursionistiche dell’Alto Adige. Già il viaggio in funivia verso La Plose, la montagna che svetta sopra la città, si possono ammirare incantevoli viste panoramiche. Arrivati a 2.050 metri di altitudine, splendide passeggiate a piedi, oppure con gli sci per immergersi, in inverno, un mondo spolverato di bianco fatto di tante esperienze appassionanti che attendono soltanto di essere vissute…

La sosta golosa

Da assaggiare la torta alla crema di vino e le tipiche torte asburgiche, ricche di panna e frutta. Riservatevi uno spazio per i cioccolatini e la  tradizionale “Sachertorte”…

Tetti spioventi, balconi di legno e cascate di gerani: è questa l’immagine classica degli alberghi per una vacanza tirolese… In realtà la gamma di alloggi è molto più vasta e include anche “design-hotel” e attrezzatissime beauty-farm. D’estate e d’inverno molti Hotel offrono vantaggiosi pacchetti settimanali. Non è tanto il numero delle stelle che bisogna badare quando si sceglie un albergo nel Tirolo. Qui si può stare tranquilli, servizio e prezzi sono sempre rigorosamente in linea con il concetto di giusto rapporto tra spesa e qualità di accoglienza ricevuta: ospitalità e qualità sono le parole chiave di questa provincia ad altissima vocazione turistica: insieme alla sua versatilità che ha una capacità ricettiva più che adeguata alle aspettative…

Dove dormire

Hotel Tourist – Via Dante 28 – 39042 Bressanone – info@hoteltourist.infowww.hoteltourist.info

Connubio tra eleganza ed innovazione

DCIM\PANORAMA\100_0412\DJI

Entusiasmo e professionalità si innestano in una lunga tradizione familiare di ospitalità alberghiera ora condotta da Renzo Tonon, che fin da ragazzo ha scelto di aiutare il padre nella gestione dell’Hotel, muovendo i primi passi per poi innamorarsi del mestiere imparandone le basi. Dal lontano 1960, l’Hotel è di proprietà della famiglia Tonon che l’ha abbellito, ingrandito e recentemente anche ristrutturato. Progetti futuri? “Il rifacimento della facciata e altro ancora. Le basi ci sono, ma un passo alla volta”, parola del Signor Renzo.  Il complesso comodo e accogliente, è la base ideale per una vacanza informale e attiva a Bressanone, cittadina da sempre consociata all’ospitalità turistica. L’Hotel è un tre stelle con il suo fascino. L’accoglienza si esprime nei dettagli curati degli ambienti arredati con gusto e dal design essenziale. Il “Tourist” è un punto ideale di partenza per gli amanti delle escursioni e dello sci. Infatti, a cento metri di distanza dall’Hotel, si trova la stazione dei pullman con fermata riservata allo skibus che porta al comprensorio sciistico La Plose, la montagna che svetta sopra Bressanone. Pochi per un divertimento quasi “a metro zero”…

L’Hotel è vicino al centro storico – cinque minuti a piedi, quindi non lontano dai celebrati “mercatini di Natale” e dallo shopping – e in posizione strategica per chi arriva dall’autostrada oppure dalla strada statale e a 10 minuti a piedi dalla Stazione Ferroviaria. Servizio d’eccellenza, pulizia impeccabile, comfort e relax, questo il “biglietto da visita” che dà il benvenuto all’ospite e che mette a disposizione: aria condizionata, TV a schermo piatto, minibar, cassaforte, bagno con doccia, parcheggio auto (anche per i disabili), noleggio biciclette per gite nei dintorni. In omaggio anche  la “BrixenCard” che comprende  una corsa giornaliera con la funivia della Plose, l’ingresso gratuito alla piscina Acquarena della città e in 80 musei altoatesini, così come l’uso dei mezzi pubblici di trasporto.

Le 32 camere – accoglienti e silenziose  – hanno finestre che inquadrano da una parte il lato della Plose altre invece sul soleggiato altopiano di Maranza. In tutte le stagioni, il “green” che si può ammirare è davvero suggestivo grazie alle tante bellezze naturali… Il pernottamento comprende la prima colazione con le relative squisitezze per iniziare al meglio la giornata. Location ideale anche per convegni e congressi aziendali, annesso all’Hotel – sempre di proprietà Tonon – un bar, la rivendita di tabacchi e anche l’edicola.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli