sabato, Maggio 25, 2024
spot_img

Alla Casa di Vetro una mostra fotografica sull’Armistizio e la Liberazione

di G.P.

In occasione degli 80 anni dall’Armistizio dell’8 settembre 1943, il centro culturale ed espositivo la Casa di Vetro di via San Felice ospita – in anteprima assoluta per l’Italia – la mostra fotografica “8 settembre ’43. La Liberazione d’Italia – La sconfitta dell’Asse in Nord Africa e dei Nazifascisti in Italia negli archivi fotografici di stato americani, polacchi e tedeschi“.

Ideata e progettata da History & Photography – La Storia raccontata dalla Fotografia, con la produzione di Eff&Ci Facciamo Cose, la mostra è curata dal giornalista, esperto di storia contemporanea e storia della fotografia Alessandro Luigi Perna, e rimarrà visitabile al pubblico fino a sabato 16 dicembre 2023.

L’esposizione propone un corpus di 65 fotografie per lo più in bianco e nero e di grande impatto e suggestione, corredate da ricche didascalie di approfondimento realizzate con taglio giornalistico che ripercorrono gli eventi che hanno portato alla Liberazione: dalla sconfitta delle armate italiane e tedesche in Nord Africa, allo sbarco degli Alleati in Sicilia, fino all’Armistizio dell’8 settembre del 1943 e i mesi successivi fino alla conclusione della Seconda Guerra Mondiale e la completa liberazione dell’Italia dal regime nazifascista nel ’45.

Un ragazzino italiano regala un mazzo di fiori a uno stanco – e ferito – carrista americano alla periferia di Roma, come omaggio per ringraziarlo della liberazione della Città, 4 giugno 1944
Autore: Lapidus, 163rd Signal Photo Corps
Digitalizzazione: Signal Corps Archive
© Courtesy U.S. Army Signal Corps / U.S. National Archives

Le fotografie provengono per la maggior parte dagli Archivi di Stato americani e in particolare dalla Library of Congress, U.S. National Archives, U.S. Navy e U.S. Army, e documentano non solo gli scontri in prima linea e la distruzione sul territorio, ma anche le condizioni di vita dei soldati, i retroscena della Campagna d’Italia e il rapporto dei militari americani con la popolazione italiana.

Altre immagini, invece, arrivano dagli Archivi di Stato polacchi, e fanno parte della Collezione della Casa Editrice Cracovia di Varsavia, fondata nel 1939 dal governo nazista della Polonia occupata, e mostrano la prospettiva dal punto di vista delle forze dell’Asse.

Retata di fronte a Palazzo Barberini a Roma, marzo 1944
Autore: Koch
© Courtesy Bundesarchiv

Due fotografie, inoltre, provengono dagli Archivi di Stato tedesco: la prima mostra una retata di civili effettuata dalle truppe della Repubblica Sociale Italiana e dell’esercito tedesco di fronte a Palazzo Barberini a Roma, subito dopo l’attentato partigiano di via Rasella contro una colonna delle SS avvenuto il 23 marzo 1944; l’altra immagine, invece, mostra un reparto della X MAS schierato a Roma per essere passato in rivista dagli alti comandi tedeschi presenti in città prima di raggiungere la prima linea del fronte di Anzio e Nettuno.

La mostra è aperta da mercoledì a sabato, dalle 16 alle 19.30, presso la Casa di Vetro di via Sanfelice 3. Il biglietto di ingresso – del prezzo di 5€ – permette al visitatore di tornare tutte le volte che vuole presentando la ricevuta e di fruire della mostra anche nella sua versione digitale per una settimana dalla data della visita.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli