di Carlo Radollovich All’inizio degli anni Cinquanta, l’attrice Lyda Ferro e il critico drammatico nonché regista Carlo Lari ebbero un’idea rivoluzionaria in tema di sala teatrale.