Arriva il bonus occhiali

di Stefania Bortolotti
A fine 2020 è stato approvato l’emendamento che prevede l’erogazione di un bonus di 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto. Tutti coloro che possono beneficiare di questo voucher hanno la possibilità di acquistare, presso i centri ottici, uno strumento correttivo a un prezzo ridotto avvalendosi dell’esperienza e della consulenza di specialisti.
Ma come si fa scegliere? Cosa bisogna tenere in considerazione? Cosa chiedere all’ottico?
Da ZEISS Vision Care, tre accorgimenti da ricordare al momento dell’acquisto di un paio di occhiali da vista.
1) Tenere in considerazione il tipo di utilizzo
Quando si comprano gli occhiali da vista una delle prime domande da porsi è: per cosa li uso prevalentemente? Chi lavora al computer necessita di occhiali diversi da chi passa molto tempo all’aperto o da chi fa tanto sport. Uno strumento che certamente può aiutare in questa fase è “Il Mio Profilo Visivo”: una web app messa a punto da ZEISS che aiuta ad analizzare le proprie abitudini visive effettuando un semplice questionario online. Gli utenti possono rispondere ad alcune veloci domande riguardanti, ad esempio, la tipologia di lavoro che svolgono, il rapporto con i device digitali o quello che normalmente fanno durante il tempo libero. Completato il test, vengono suggerite alcune tipologie di lenti in linea con le proprie abitudini. A questo punto, l’utente può decidere se inviare subito il risultato al proprio centro ottico di fiducia tramite mail o se scaricare un QR code e presentarlo direttamente in un centro ottico.
2) Scegliere prima le lenti
Anche se appena entrati in negozio ci si sente subito attratti da montature di vario genere e quindi più propensi a iniziare da questa decisione, è importante tener presente che è meglio partire dalla scelta della lente da vista. Questo perché non tutte le montature vanno bene per tutte le lenti e il motivo risiede nella mancata coincidenza di aree di visione. Scegliere, ad esempio, una montatura di piccole dimensioni per una lente progressiva, limiterebbe in maniera importante l’area di visione incidendo così sulla qualità della vista che non sarà mai ottimale. Per quanto, infatti, l’estetica dell’occhiale sia importante perché rappresenta il modo in cui decidiamo di presentarci al mondo, la corretta struttura di un occhiale da vista è rappresentata dalla giusta combinazione tra lente e occhiale. Se a livello di materiale le lenti più diffuse sono quasi tutte in plastica (più resistenti agli urti, più leggere e con un minor rischio di lesioni), i trattamenti che si possono applicare sono diversi. Il consiglio è quello di prevedere, almeno, un trattamento antiriflesso. I riflessi causati dalle lenti durante l’esposizione al sole, la guida notturna o il lavoro al computer, infatti, distraggono l’attenzione. Per quanto riguarda invece la protezione dai raggi UV, ZEISS ha integrato “di serie” la tecnologia UVProtect nelle lenti da vista chiare e questo significa che con qualsiasi lente chiara l’utente beneficia di una protezione dai raggi UV pari a quella delle migliori lenti da sole.
3) La forma del viso, le proprie preferenze riguardo a colore, materiale e prezzo sono importanti nella scelta della montatura
Per quanto riguarda le montature, sicuramente l’ottico mostrerà quelle più adatte al tipo di lenti, ma è importante comunque esprimere i propri gusti e necessità. Quando si provano i nuovi occhiali bisogna fare attenzione che questi si adattino alla forma del proprio viso e che rappresentino il proprio stile e modo di essere. Gli occhiali, infatti, possono dire molto del carattere di una persona, della sua personalità e delle sue passioni e proprio per questo motivo devono essere scelti con la stessa attenzione con la quale si sceglierebbe un accessorio da portare sempre con sé, soprattutto perché sono situati nella parte relazionale più importante del corpo, il viso. Inoltre, durante le prove, è bene verificare che gli occhiali siano comodi: non devono causare fastidi al naso, alle tempie o alle zone adiacenti alle orecchie. L’esperienza insegna che per i visi rotondi è preferibile optare per montature dalle linee spigolose, mentre per i visi spigolosi sono più adatte montature dalle forme arrotondate. Per i visi ovali vanno bene entrambe le versioni mentre per i visi più triangolari o a forma di cuore è solitamente consigliata una montatura ovale sottile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *