Smagliature: ecco come sconfiggerle

 

di Stefania Bortolotti

E’ senza dubbio una delle patologie estetiche più diffuse al mondo, se non la più diffusa in assoluto, che ha aumentato la sua incidenza percentuale a partire dalla seconda metà del XX secolo. In base a dati recenti si stima che in Italia vi siano oltre 26 milioni di persone con problemi di smagliature e più di 200 milioni nell’ambito dell’Unione Europea.

Come dimostra uno studio dell’Università di Pisa che ha coinvolto un importante numero di pazienti di tutti i fototipi, Biodermogenesi® è l’unica metodologia in grado di ristrutturare la stria, riempiendola progressivamente, con risultati permanenti. I pazienti sono stati selezionati con smagliature bianche ed opache, vecchie da 7 a 35 anni, alcune ampie anche più di un centimetro. Lo studio si è basato su un’indagine rigorosa, supportata da biopsie, ecografie e da una valutazione tridimensionale delle smagliature. La metodologia è in grado di garantire una rigenerazione complessiva della smagliatura, portando a una moltiplicazione di nuovo collagene ed elastina, a una forte riproduzione cellulare e ad una neomelanogenesi (pigmentazione o abbronzatura ritardata), grazie alla quale la smagliatura torna ad abbronzarsi con assoluta naturalezza grazie alla semplice esposizione agli ultravioletti. Il tutto in modo assolutamente indolore e privo di effetti collaterali.

Le smagliature sono alterazioni cutanee che accompagneranno la persona per tutta la vita. «Hanno rappresentato da sempre una sfida per la medicina e la dermatologia estetica: dopo anni di tentativi terapeutici, associazione tra metodiche non sempre sicure e/o prive di effetti collaterali, Biodermogenesi® è una rivoluzione nel trattamento delle striae distansae permettendo di ottenere ottimi risultati non solo sulla risoluzione dell’inestetismo, ma anche sul miglioramento del tono cutaneo e dell’elasticità dei tessuti», spiega la Dottoressa Elisabetta Fulgione, Specialista in Dermatologia e Venereologia, Medico Estetico, Consigliere Nazionale SIME Società Italiana di Medicina Estetica e docente di Clinica Dermatologica Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” – Napoli.

 La tecnica permette di rigenerare le smagliature, riempirle, farle abbronzare e di dare loro una densità ed un’elasticità simile alla cute circostante, offrendo così un miglioramento importante e stabile nel tempo. «Ho avuto l’onore di coordinare il primo studio e depositare il primo razionale scientifico sulla Biodermogenesi® nel lontano 2007, presso l’Ordine dei Medici di Arezzo, oggi ho il piacere di vedere la metodica che si è evoluta nella dimostrazione concreta delle sue grandi possibilità, dalle smagliature alle cicatrici, dalla lassità all’ipotrofia cutanea, dagli esiti di ustioni alla rigenerazione cutanea. Dopo tanti anni non posso certamente dire che si tratta di una metodologia miracolosa, ma sicuramente, grazie agli studi e alle tante esperienze controllate, è una metodica assolutamente efficace, sicura e, forse, non ancora del tutto conosciuta nelle sue possibilità», afferma il Professor Pier Antonio Bacci, già Professore aC di Flebologia e Chirurgia estetica nell’Università di Siena e Docente nei Master di Medicina Estetica dell’Università di Barcellona, Siena e Roma.

«Biodermogenesi® consente una perfetta sincronia tra miglioramento estetico e funzionale e ci ha consentito di ottenere validi risultati sia nel trattamento degli inestetismi, dall’anti-aging alle smagliature dalle cicatrici alla cellulite, che in manifestazioni cutanee di pertinenza dermatologica», sottolinea la Dottoressa Fulgione. Niente miracoli, quindi, ma evidenze scientifiche. «La metodica parla da sola di se stessa, i lavori esistenti sono ufficiali e concreti. Niente miracoli, ma giuste indicazioni con idonei protocolli ben descritti e sperimentati per risultati buoni, costanti e duraturi. Sono passati quasi quindici anni da quel lontano inizio, in questi anni l’orizzonte si è sempre alzato portando soddisfazione a pazienti e operatori: questa è la giusta via seguita da una metodica certamente d’avanguardia proiettata nel futuro», conclude il Professor Bacci.

Per conoscere i Center of Therapeutic Excellence Biodermogenesi® scrivere a customercare@biodermogenesi.com oppure consultare il sito www.biodermogenesi.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *