UOMINI, FORMA FISICA E LINEA

di Stefania Bortolotti

Avete mai invidiato qualche conoscente che riesce ad avere un corpo super tonico apparentemente senza il minimo sforzo? O qualche vostro amico che, appena iniziata una dieta, ottiene risultati sorprendenti in poco tempo? 

Come in ogni altro aspetto della vita, anche per ottenere forma fisica e linea, il punto da cui partire deve essere un costante impegno, un corretto stile di vita e una sana alimentazione…

E allora fate al vostro “lui” un insolito regalo: insegnateli ad essere in forma!

Pare che i cibi più graditi dagli uomini siano i frutti di mare, gli insaccati misti, la cacciagione, le interiora, le patate al forno, la pasta ripiena, il cioccolato, il vino rosso e dolci al cucchiaio. C’è veramente da mettersi le mani nei capelli… Come fare a distoglierli da questo campionario alimentare, senza vederli cadere nella depressione oppure nella bulimia più sfrenata?

Eppure dovrebbero essersi accorti da soli della antiestetica pancetta o del cuscinetto di grasso sul torace, che ci fanno segretamente rimpiangere il meraviglioso periodo in cui li consideravamo degli autentici Adoni… Ad essere sincere, non possiamo accusarli a spada tratta, il lavoro li ha costretti a limitare l’attività sportiva, li obbliga a colazioni cosiddette “di lavoro” in cui si nutrono di stress e di cibi non proprio dietetici… Oppure li costringe a frettolosi toast o panini di mezzogiorno, lontani da quanto la loro salute e il loro benessere fisico richiederebbero.

E poi la sera fanno leva sul nostro affetto, ed elencando gli stress che hanno dovuto sopportare, e dichiarando che solo nutrendosi “come si deve” potranno reggere il giorno seguente, si abbandonano a un tripudio di calorie in un solo pasto… Allora “lui”, cosa deve evitare?

-gli aperitivi alcolici;

-le noccioline e tutte le stranezze che li accompagnano;

-il caffè troppo forte. Stimola i succhi gastrici e dopo un primo momento in cui sembra toglierla, poi produce una sensazione di fame.

 Al ristorante, come deve comportarsi?

Iniziando con delle verdure alla griglia, seguito da un piatto di pesce o di carne alla griglia. Ma può anche scegliere il primo piatto dopo l’antipasto e concludere con un caffè. Il segreto? Mangiare lentamente, riducendo il ritmo della forchetta e masticando a lungo: in questo modo si gusta meglio quanto si mangia, ma soprattutto si arriva molto più in fretta al senso di sazietà, che pare infatti si manifesti abitualmente venti minuti dopo l’inizio del pasto.

E se viaggia? Due suggerimenti…

In albergo: dimenticarsi del fatale mini-frigo che in ogni camera è fonte di tentazioni pericolose.

Prima di salire in camera: andare al bar dell’albergo e farsi servire un succo di pomodoro speziato, con piccole cruditè.

 E infine le astuzie…

speziate le carni, con curry, zafferano, cumino, aumentandone così il “senso di presenza”;

-tenete in frigorifero cipolline e cetrioli sottaceto che  potrà gustare se ha un attacco di bulimia, anziché buttarsi sui pericolosissimi formaggi, salame e prosciutto;

-se la sera ha l’abitudine dell’aperitivo, pilotatelo verso il succo di pomodoro leggermente condito o un amaro allungato con acqua minerale frizzante;

-convincetelo a bere molta acqua durante il giorno, soprattutto nei momenti in cui la voglia di “spizzicare” si fa un po’ troppo pressante.

La corsa al ritocco? È anche per “lui”

E poi? C’è la Medicina Estetica che offre la possibilità di eseguire tutti quei trattamenti non chirurgici volti a migliorare l’estetica del corpo e del viso grazie alle più moderne tecniche, materiali e attrezzature. Una realtà con cui il professionista del settore deve confrontarsi quotidianamente.

A preoccupare di più il sesso forte sarebbero – oltre alle rughe – l’addome e i cedimenti dei tessuti. Insomma, l’insorgere della cosiddetta pancetta… Difetti che vengono considerati delle vere e proprie minacce per la virilità, tanto da convincere i maschietti a sedersi sul lettino del Medico Estetico. Insomma, non è vero che la vanità è (solo) donna.

Stando alle ultime analisi, infatti, anche gli uomini sembrano essere sempre più interessati a tutto ciò che gravita intorno al mondo della bellezza e, quindi, alla cura del proprio aspetto, alla lotta continua contro un’età che avanza, alla ricerca del mito della perfezione ricorrendo a metodiche scelte appositamente per valorizzare le forme e la silhouette, eliminando le adiposità localizzate, esaltando le fasce muscolari e rimuovendo definitivamente i peli superflui.

Dottor Dario Tartaglini

“Gli uomini – sottolinea il Dottor Tartaglini, Direttore Sanitario di BETAR MEDICAL, Centro Specializzato in Medicina Estetica di Milano  –  sono sempre più attenti al proprio aspetto, che curano decisamente di più rispetto a qualche anno fa.  In generale, la Medicina Estetica per “lui” comprende trattamenti come: peeling, biostimolazione, radiofrequenza, filler, tossina botulinica, dermocosmesi, fili riassorbibili, trattamenti anti-diradamento e ricrescita capelli, eliminazione delle adiposità localizzate, dietoterapia e corretto stile di vita. Una tendenza in crescita nel nostro Paese, da nord a sud. La cosa importante è sempre eseguire un’accurata visita preliminare, durante la quale il medico può formulare una corretta diagnosi e valutare, insieme al paziente, il trattamento più indicato per il raggiungimento dell’ottimale estetico”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *