CICLABILITÀ: AL VIA I LAVORI PER LA “VENTO”

di Sara Sedici

Sono iniziati i lavori per la realizzazione del tratto milanese della VenTo, la ciclovia che collega Venezia a Torino. Il cantiere, per ora, coinvolgerà il tratto dal ponte ferroviario dell’Alzaia Naviglio Pavese e proseguirà fino a via Rimini ma verrà esteso nelle prossime settimane.

VenTo è il progetto di una dorsale cicloturistica che correrà per oltre 700 chilometri lungo gli argini del fiume Po. Riassumerlo come un piano di viabilità green e sostenibile risulta però, banalizzante: si tratta di conferire nuova vitalità e socialità a dei territori di naturale bellezza attraverso il cosiddetto “slow tourism”, il turismo lento la cui filosofia si basa sul dare valore all’ambiente e all’esperienza umana, riscoprendo la natura e le realtà locali.

Per quanto riguarda il tratto milanese, la ciclabile si estenderà dalla Darsena fino al confine con Assago. Dall’idea iniziale di un percorso più breve – dalla Darsena fino a via Rimini – si è passati ad un progetto più ampio lungo un totale di 4,3 chilometri, ancora da realizzare, per promuovere la mobilità sulle due ruote. Per tutta la sua estensione, ciclisti e pedoni avranno spazi separati e luoghi per poter sostare, mantenendo almeno 1,5 metri di distanza dal Naviglio per potersi adeguare alle varie situazioni presenti lungo la strada.

La ciclabile, chiaramente, influirà sulla disponibilità di parcheggi nella zona, problematica già riscontrata e discussa negli ultimi mesi durante la creazione di nuove piste ciclabili in città per migliorare la mobilità post Covid. La realizzazione in corso potrebbe essere l’occasione giusta per riorganizzare la sosta cercando un punto d’incontro con le necessità degli automobilisti.

Il costo complessivo del progetto è di 2,5 milioni, di cui 750mila euro provenienti da un finanziamento statale erogato dalla Regione sulla base di un fondo per la sicurezza stradale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *