Una guida per scoprire le bellezze del Golfo dei Poeti

di Ugo Perugini …..

Quando ti trovi davanti a paesaggi di una bellezza spettacolare come quelli che offre il Golfo della Spezia rimani senza parole. Ci vorrebbe davvero un poeta per descriverli a dovere. E non basterebbe. Forse, è anche per questo che si chiama il Golfo dei Poeti. Il nome gli venne dato da Sem Benelli, agli inizi del Novecento, quando abitava in una bella villa a San Terenzo.

“ E chi non beve con me…”

Qui, proprio in quegli anni il drammaturgo, toscano d’origine, stava scrivendo quello che sarebbe diventato il suo capolavoro “La cena delle Beffe”, da cui fu tratta l’omonima opera lirica di Umberto Giordano. Qualche anno più tardi, nel 1942, anche il regista Alessandro Blasetti, utilizzò la storia per farne un film con Amedeo Nazzari come protagonista. Di quel drammone, molti si ricorderanno una sua battuta storica: “E chi non beve con me peste lo colga”, pronunciata con una “leggera” inflessione sarda.

Nazzari-nel-film-La-cena-delle-beffe-di-Alessandro-Blasetti-del-1942-Fonte-Wikipedia
Amedeo Nazzari nel film “La cena delle beffe”

Eh sì, questo splendido tratto della costa ligure meriterebbe proprio un bel brindisi. Meno maramaldesco di quello di Nazzari ma decisamente più sincero. Il Golfo dei Poeti, splendido “anfiteatro d’acque”, è stato davvero nei secoli uno dei luoghi più amati da artisti, scrittori, poeti di ogni nazionalità, soprattutto inglesi, tedeschi, russi. Facciamo fatica a ricordarli tutti. Ne citiamo qualcuno a caso: Charles Dickens, Virginia Woolf, George Sand, David Lawrence, Lord Byron (e la sua Grotta, dove andava per trovare l’ispirazione), Mary Shelley (il marito Percy annegò, facendo naufragio con la sua barca).

Il Golfo dei Poeti amato dagli artisti

Senza dimenticare gli artisti italiani, a partire da Dante e Francesco Petrarca fino a Gabriele D’Annunzio, Eugenio Montale, Mario Soldati, Giovanni Giudici e tanti altri. E tra i pittori come non ricordare il Botticelli che a Fezzano sembra abbia incontrato una bellissima ragazza, Simonetta Vespucci, che divenne la sua Venere nell’opera che la ritrae “nascente dall’onde”. Ma, se si guarda bene, dietro al corpo nudo della donna, c’è il paesaggio incantevole del Golfo della Spezia. Un altro grande pittore e incisore inglese, William Turner, rimase folgorato da questi  paesaggi che riprodusse spesso con il suo gusto romantico, sensibile alla bellezza della natura.

la_nascita_di_venere_botticelli_M1W
La nascita di Venere di Botticelli

Questa costa, suggestiva, ricca di borghi affacciati sul mare, con le loro case colorate, i porticcioli, le verdi colline, è molto generosa, offre mille scorci, mille immagini, mille emozioni, veri e propri gioielli che fanno bene agli occhi e all’anima e vanno scoperti uno a uno, con calma, perché quando ci si trova di fronte a un tesoro il tempo non ha più valore.

Il blog Iris e Periplo Travel

Chi ci abita lo sa bene. Come i ragazzi del blog Iris e Periplo Travel, Sara e Ruggero, marito e moglie, che hanno pubblicato una nuova guida, per condividere  la passione e l’amore per queste splendide zone. E lo dicono esplicitamente: “Vogliamo far conoscere questi bellissimi luoghi a tutti e speriamo di farvi innamorare con le nostre parole e le tante foto.”

Venere Azzurra

Non si tratta di una guida ufficiale, ma di un libro scritto da due Travel Blogger davvero fortunati, che al ritorno da ogni loro viaggio rientrano sempre in questo luogo incantevole, un vero paradiso. Non ci sono solo foto di paesaggi e la storia dei paesi di Lerici, San Terenzo e Tellaro, ma una parte è stata dedicata anche alle tante eccellenze culinarie del luogo. Chi ama preparare piatti tipici a casa propria, potrà scoprire le ricette originali. Senza dimenticare i celiaci e chi ha problemi con il glutine, con l’elenco dei locali che propongono delle opzioni gluten free.

75247489_2714512305253456_3593646973908942848_nLa storia di Iris e Periplo Travel

Il blog di viaggi Iris e Periplo Travel nasce nel 2017 e tra le sue pagine potrete trovare tutte le loro esperienze di viaggio, i consigli e le informazioni per viaggiare senza pensieri. I due hanno già pubblicato altre guide su Amazon, una collana chiamata “guide fast”, proprio perché adatte a viaggi brevi e per aiutare gli altri ad organizzarli velocemente. Durante il lockdown hanno pensato di preparare una guida del loro luogo d’origine, perché dicono che “quest’anno più che mai sentiamo il bisogno di promuovere il nostro territorio, l’Italia è tutta bella ed è ora che tutti la riscoprano!”. Davvero, una verità che non teme smentite!

Finalmente il Giappone!
Sara e Ruggero durante un viaggio in Giappone

Trovate la guida del Golfo dei Poeti su Amazon! Ebook:  https://amzn.to/3dB9Wtw

Cartaceo: https://amzn.to/3ewkHPi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *