Quesiti condominiali: il regolamento condominiale può essere impugnato?

A cura della Redazione –

Lo Studio Safoa collabora con il “Mirino” per fornire risposte a quesiti su alcuni interessanti problemi condominiali. Ecco un’altra domanda che abbiamo raccolto da un nostro Lettore.

Spettabile redazione,

Quanti tipi di regolamento di condominio esistono?

Il regolamento può essere impugnato?

Esistono due tipologie di regolamento: quello assembleare e quello contrattuale.

Il regolamento assembleare deve essere redatto quando i condòmini all’interno di un edificio sono più di dieci.

Esso viene approvato (e modificato) dall’assemblea con una maggioranza di 500/1000 e non può prevedere clausole che limitino o pregiudichino i diritti esclusivi dei singoli condòmini (come nel caso del B&B), a meno che le suddette clausole vengano approvate all’unanimità della compagine (1000/1000).

La seconda tipologia di regolamento è quello rilasciato dal costruttore, debitamente vidimato dal Notaio e vincolante per tutti i condòmini.

Questo è il solo regolamento che può limitare i diritti dei singoli condòmini (per esempio vietando, in maniera chiara e precisa, l’uso di adibire l’abitazione a B&B).

Possono esistere anche singole clausole che, solo se adottate all’unanimità della compagine condominiale, possono, per esempio, derogare i criteri di ripartizione delle spese tra i condòmini.

Ai fini dell’opponibilità a terzi, si consiglia che il regolamento o le singole clausole vengano trascritte nei registri dei pubblici immobili.

È possibile impugnare il regolamento.

L’art. 1107 c.c. prevede che ciascun partecipante dissenziente possa impugnare davanti al Giudice il regolamento entro trenta giorni dalla delibera che lo ha approvato.

Per gli assenti il termine decorre dal giorno in cui è stata comunicata loro la delibera.

decorso il termine senza che il regolamento sia stato impugnato, questo è valido per gli eredi, l’acquirente, il comodatario e l’inquilino.

Si è ritenuto che il termine non trovi applicazione nei casi in cui il regolamento adottato pregiudichi i diritti fondamentali di proprietà: in questo caso il regolamento è affetto da nullità assoluta e può essere impugnato senza limiti di tempo.

shapeimage_2

Safoa è una Scuola di Alta Formazione per Amministratori, che vanta numerosi associati. L’Avv. Palmiro Fronte, nato a Parigi, esperto di diritto condominiale, ne è il Responsabile Scientifico. L’avv. Fronte è anche docente di materie manageriali, quali motivazione del personale, organizzazione interna, gestione del personale, ecc. Della sua professionalità si sono avvalsi anche diversi politici per le loro campagne elettorali. Nello specifico, la risposta è stata elaborata dall’avv. Chiara Stefanini.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *