Mario Bernardinello, Direttore Artistico della IV edizione della Triennale di Arti visive a Roma

di Ugo Perugini …

Pensiamo positivo. In questi momenti di tensione dovuti alla paura del Coronavirus bisogna avere il coraggio di guardare avanti. E l’esempio ce lo dà un signore, pittore e scultore di rara sensibilità – Mario Bernardinello – che superati gli ottant’anni, con una invidiabile dose di ottimismo e lungimiranza, si è assunta meritevolmente la Direzione artistica di una delle manifestazioni  culturali tra le più prestigiose in Italia: la IV edizione dell’Esposizione Triennale delle Arti visive a Roma, che si terrà dal 9 al 18 dicembre 2020.

unnamed
Mario Bernardinello

La manifestazione avrà come sedi diverse grandi location e musei della Capitale: Palazzo Borghese, Palazzo della Cancelleria Apostolica, Palazzo Velli Expo. Un evento che, organizzato da Start Group, società nota per la realizzazione di importanti progetti tra i quali l’Atlante di Arte Contemporanea De Agostini e l’allestimento di alcuni padiglioni della Biennale di Venezia, è anche una iniezione di fiducia e positività, con la certezza che la creatività e la cultura nelle sue forme più alte potrà rappresentare un momento di orgoglio per la ripresa economica e sociale del nostro Paese.

Palazzo Borghese a Roma
Palazzo Borghese a Roma

Mario Bernardinello è prima di tutto un artista – e spesso ne abbiamo parlato – ma è anche un attento e sensibile organizzatore di manifestazioni artistiche che hanno sempre raccolto grande apprezzamento da parte del pubblico e della critica. Per questo motivo, ci fa piacere segnalare questo suo nuovo impegno, certi che riuscirà a onorarlo nel migliore dei modi.

Global Change. Esserci è Storia: 1920 – 2020

Il tema previsto dalla IV edizione della Triennale di Arti Visive a Roma è “Global Change. Esserci è Storia: 1920-2020”. L’invito agli artisti che parteciperanno è che svolgano una riflessione sul futuro e sul cambiamento culturale, ambientale e, persino, alimentare di questa nostra epoca, in confronto con gli anni Venti dell’inizio del secolo scorso.

Se negli anni Venti del Novecento godeva di grande riscontro l’astrattismo di Mondrian, l’eleganza decorativa di Chiparus e la letteratura di D’Annunzio, quali testimonianze siamo in grado di trasmettere oggi alla Storia a fronte di mutamenti ambientali, culturali, sociali? Compito degli artisti sarà stigmatizzare e fissare nelle opere tali novità. Le sezioni previste saranno: pittura, scultura, fotografia, installazioni, videoart, arte cinetica e i nuovi linguaggi contemporanei quali tatuaggi) body art, arte relazionale.

Per ulteriori chiarimenti, sarà poi possibile interpellare gli organizzatori: Informazioni: info@esposizionetriennale.it – Segreteria generale: Maria Luciani tei. 0774 19 22 052 (lun. – ven. 9.00/14.00 )

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *