La Fiaccola della Legalità 2020 dal Municipio 5 al Municipio 7

di P.B.A.

Sabato 25 gennaio 2020, presso la sede Consiliare del Municipio 5 di Milano si è concluso il percorso “Giustizia e Legalità 2019” con il passaggio della “Fiaccola della Legalità 2020” consegnata da Alessandro Bramati presidente del Municipio 5 a Marco Bestetti presidente del Municipio 7 avviando il percorso di Legalità 2020 nel territorio della periferia ovest di Milano.

Il convegno è stato dedicato ad Antonio Iosa scomparso il 29 agosto scorso che ideò il percorso facendolo partire nel 2014 nell’allora Circoscrizione 8, passato nel 2015 nella Circoscrizione 6, nel 2016 nel Municipio 3, nel 2017 nel Municipio 9, nel 2018 nel Municipio 4 e nel 2019 nel Municipio 5.

N. Tedeschi, M. Bestetti, A. Bramati, C. Iosa, R. Saccone, A. Barbalinardo
N. Tedeschi, M. Bestetti, A. Bramati, C. Iosa, R. Saccone, A. Barbalinardo

Al convegno hanno partecipato il prefetto di Milano Renato Saccone, il magistrato Gherardo Colombo, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano Gabriele Rabaiotti, il presidente della Fondazione Carlo Perini Christian Iosa, la presidente della Commissione Periferie Roberta Osculati, il presidente Commissione Sicurezza Rosario Pantaleo, la presidente del Municipio 3 Caterina Antola e il presidente del Municipio 1 Fabio Arrigoni. Erano presenti i rappresentanti degli altri Municipi milanesi, che hanno voluto portare il loro contributo dell’esperienza svoltasi nei loro Municipi. Erano inoltre presenti anche il commissario capo della Polizia di Stato del III Reparto Mobile di Milano Davide Nozza accompagnato dall’ispettore Superiore Giuseppe Buonviso.

Barbalinardo avvia i lavori del convegno
Barbalinardo avvia i lavori del convegno

Il convegno è stato avviato dal coordinatore Antonio Barbalinardo vicepresidente della Fondazione Carlo Perini, che ha parlato della figura di Antonio Iosa, dell’allora Circolo Culturale Carlo Perini, nato 1962, poi diventato Fondazione e del percorso di “Giustizia e Legalità”, fortemente voluto da Iosa, che seppe coinvolgere le Istituzioni, il mondo dell’associazionismo sociale e culturale e in particolare le scuole di ogni ordine e grado proprio per far sì che l’educazione alla legalità potesse partire dalle basi stesse dei territori della periferia. Barbalinardo ha pure parlato dell’ultimo lavoro di Iosa: il Quaderno Bianco del Municipio 5 dal titolo “Periferie Urbane trincee di Legalità e Giustizia”. È seguita la proiezione di immagini relative al lavoro svolto da Antonio Iosa nel corso dei 58 anni del suo impegno culturale e dei tantissimi convegni che si sono susseguiti.

Il presidente del Municipio 5 Alessandro Bramati ha ringraziato Antonio Iosa e la Fondazione Perini ed ha riferito di quanto è stato svolto nel corso del 2019 nel suo territorio municipale, sviluppando il suo pensiero sulla teoria delle finestre rotte: “Un’Amministrazione deve essere capace di contrastare il disordine urbano ed il vandalismo che possono generare criminalità aggiuntiva e comportamenti anti-sociali”.

Intervento del presidente C. Iosa.
Intervento del presidente C. Iosa.

Christian Iosa neo presidente della Fondazione Carlo Perini con proiezioni video ha commentato quello che sono i disagi riscontrati in tale percorso, ma ha anche evidenziato le positività che sono emerse sul territorio del Municipio 5.

 Intervento dell'assessore G. Rabaiotti
Intervento dell’assessore G. Rabaiotti

È intervenuto l’assessore Comunale Gabriele Rabaiotti che ha portato il saluto del sindaco Giuseppe Sala ed ha riferito della sua diretta esperienza del percorso “Giustizia e Legalità” svoltosi nel 2015 quando era Presidente della Circoscrizione 6, delle sollecitazioni che emergono dai percorsi che si sviluppano sul territorio milanese e, ancor di più, dell’attenzione che deve prestare ora come Assessore comunale per cercare di risolvere le diverse problematiche che vengono a presentarsi in particolare nelle periferie.

Intervento del Magistrato Gherardo Colombo
Intervento del magistrato Gherardo Colombo

Il magistrato Gherardo Colombo, dopo aver ringraziato la Fondazione Perini per l’invito, ha riferito di aver partecipato già in altri percorsi negli anni precedenti ed ha sviluppato la sua riflessione sui valori della democrazia e della libertà: senza la democrazia non ci può essere la libertà, che deve andare di pari passo col rispetto delle regole e della legalità.

Infine è intervenuto il presidente del Municipio 7 Marco Bestetti che ha preso atto di quanto emerso dal convegno e, consapevole della responsabilità nel portare avanti il nuovo percorso di “Giustizia e Legalità 2020” nel suo territorio, dovrà affronterà le diverse proposte che si svilupperanno nel corso dell’anno.

Intervento del prefetto di Milano Renato Saccone
Intervento del prefetto di Milano Renato Saccone

Il prefetto Renato Saccone ha detto di essere sempre disponibile a collaborare e soprattutto ad andare a visitare insieme ai rappresentanti municipali il Boschetto di Rogoredo, dove molto è stato fatto, ma dove bisogna ancora intervenire e conferma la sua disponibilità e attenzione a tutte le problematiche dei diversi territori municipali.

A conclusione del convegno è seguito la consegna della Fiaccola della Legalità dal Municipio 5 al Municipio 7. Al convegno ha anche partecipato il già onorevole Nadir Tedeschi che fu vittima insieme ad Antonio Iosa, Eros Robbiani ed Emilio De Buono la tragica sera di quarant’anni fa, del 1° aprile 1980 quando furono colpiti dall’assalto delle Brigate Rosse in via Mottarone, 5.

Anche l’Europarlamentare Patrizia Toia, impossibilitata a partecipare per sopraggiunti imprevisti, ha telefonato durante il convegno per dare il suo saluto e scusarla per l’impossibilità a partecipare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *