MILANO: SERVIZI COMUNALI DECENTRATI

di Carlo Radollovich

Il Comune di Milano ha acquistato tre nuove sedi immobiliari situate in periferia con la finalità di mettere in pratica quell’idea che da anni era stata formulata: mettere a disposizione dei cittadini non solo servizi amministrativi in centro città, ma anche nell’hinterland.

Si tratta di tre ampie strutture situate in via Sila 8 – vedi foto – (in zona Corvetto), via Durando 38 (Bovisa) e via Principe Eugenio 53 (Cenisio). Nel primo caso si tratta di un immobile che dispone di oltre 30 mila metri quadrati di spazio, il secondo occupa una superficie di 22 mila mq mentre il terzo, già sede della Polizia Provinciale, dispone di una metratura più limitata rispetto ai primi due edifici.

Gli acquisti sono costati complessivamente 100 milioni di euro circa e i fondi sono stati reperiti grazie soprattutto ad una importante vendita effettuata lo scorso anno e cioè il ben noto palazzo definito “Pirellino”, un tempo sede dell’Urbanistica, che ha fruttato diversi milioni di euro. Non appena incassato questo importo, il nostro sindaco aveva progettato di trasferire verso la periferia un consistente numero di servizi amministrativi, servizi che tra l’altro potranno essere svolti dai dipendenti comunali in uffici più consoni, soprattutto più moderni.

Elenchiamo riassuntivamente alcune caratteristiche dei tre stabili acquistati. Quello di via Sile, in fase di ultimazione, possiede sette piani, i cui interni saranno adattati come da precisi programmi avviati. L’edificio di via Durando, elegante in tutti i suoi cinque piani, è posto davanti al Campus del Politecnico ed era proprietà dell’ateneo. Lo stabile di via Principe Eugenio era sin qui in possesso della Città metropolitana e dispone di locali ampi, moderni e decisamente validi.

Questi tre immobili consentiranno al Comune di abbandonare una decina di vecchie sedi, tra cui quella che dispone di artistici saloni in piazza Duomo nr. 19 e 21.

Insomma, si potrà disporre di spazi amministrativi ancora più funzionali ed efficienti che consentiranno ai cittadini di raggiungerli in breve tempo, rinunciando al tragitto spesso scomodo verso il centro cittadino. A quando il mega trasloco? Si stima che possa avvenire entro dodici mesi circa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *