ATM POINT: CRESCONO GLI ABBONATI

di Carlo Radollovich

Una fila di persone, piuttosto corposa, da qualche giorno è in coda agli Atm Point per sottoscrivere o rinnovare abbonamenti ricorrendo alle comodissime tessere on-line. Dopo la riforma dell’intero sistema di trasporti che, come si ricorderà, è scattata lo scorso 15 luglio con l’aumento del prezzo del biglietto da euro 1,50 a 2, non molti avrebbero creduto in questa “corsa” all’opzione delle tessere tra coloro che sono appena rientrati dalle vacanze.

Si pensi che, nell’arco di soli tre giorni, più di 35mila interessati si sono rivolti ai distributori automatici per ricaricare le proprie tessere. Ma non è tutto. Quasi 20mila pendolari hanno acquistato abbonamenti sul relativo sito Atm con un incremento pari al 50% circa rispetto allo scorso anno.

L’Atm è corsa prontamente ai ripari aumentando il numero di sportelli presso il Point della stazione Duomo (da 17 a 20).

Ricordiamo anche il successo incontrato per quanto riguarda le tesserine usufruibili da parte dei minori di anni 14 che ora possono avvalersi dei mezzi pubblici viaggiando anche da soli. E che dire dell’opzione favorevole per coloro che hanno dichiarato l’Isee inferiore ai seimila euro? Essi hanno sottoscritto un abbonamento annuale il cui costo è di soli 50 euro compilando un modulo da presentare al Point Duomo 2.

Importante: per le persone che non se la sentissero di mettersi in coda presso il Point di piazza Duomo, per abbonamenti ordinari e giovani, è consentito loro di compilare prontamente un modulo e di consegnarlo senza attese agli sportelli attraverso una “corsia” preferenziale, con l’intesa di ritirare la tessera dopo soli due giorni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *