“NANDA VIGO. LIGHT PROJECT” IN MOSTRA A PALAZZO REALE

di G.P.

Ha aperto oggi, martedì 23 luglio presso le sale di Palazzo Reale, “Nanda Vigo. Light Project“, una retrospettiva antologica dedicata alla poliedrica artista milanese che ha influenzato la scena culturale italiana ed europea del secondo dopoguerra.

Promossa dal settore Cultura del Comune, insieme a Palazzo Reale e in collaborazione con l’Archivio Nanda Vigo, la mostra è ad ingresso libero e gratuito e rimarrà aperta fino a domenica 29 settembre 2019. L’esposizione – curata da Marco Meneguzzo – include circa ottanta opere, tra sculture, progetti di design e installazioni, attraverso le quali viene raccontato l’eccezionale percorso di ricerca dell’artista.

Nanda Vigo 2

Nanda Vigo, classe 1936 e milanese di nascita, è stata protagonista indiscussa del clima artistico meneghino degli anni Sessanta, frequentando prima lo studio di Lucio Fontana e, successivamente, gli artisti fondatori della galleria Azimuth a Milano, Piero Manzoni ed Enrico Castellani.

Tema ricorrente della sua arte è il rapporto conflittuale ma anche armonioso tra luce e spazio, trasparenza ed immaterialità, che la Vigo interpreta nelle proprie opere impiegando vetri industriali, neon, specchi inclinati e luci radianti, tutte metafore delle mutazioni e della leggerezza spirituale dell’arte e della sua percezione da parte dell’uomo.

Nanda Vigo

Architetto e designer, tra il 1965 e il 1968 Nanda Vigo collabora con Giò Ponti nella creazione della Casa sotto la foglia, a Malo, Vicenza. Tre anni più tardi, nel 1971, viene premiata con il New York Award for Industrial Design e, nello stesso anno, progetta e realizza la Casa-Museo Remo Brindisi a Lido di Spina, Ferrara.

La mostra “Nanda Vigo. Light Project” è aperta al pubblico gratuitamente tutti i giorni presso le sale di Palazzo Reale, lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *