The rider, il film dal 29 agosto nelle sale italiane

di U.P. —

Domare i cavalli selvaggi, una passione che non puoi domare

Dal 29 agosto nelle sale italiane uscirà il film di Chloé Zhao, intitolato “The rider”. Un film che ha avuto diversi riconoscimenti nel 2017 e nel 2018 in vari festival. L’abbiamo visto in anteprima e l’abbiamo apprezzato molto. Si tratta di un buon lavoro, realizzato da una regista (sceneggiatrice e produttrice) cinese, che parla di cow boy. Già questo collegamento può apparire strano. Cosa c’entra una cinese con i cow boy americani?

La regista, che da tempo vive negli Usa, ha voluto raccontare la storia di Brady – un cowboy gravemente ferito in un rodeo, costretto ad abbandonare il proprio lavoro, cioè domare i cavalli – per soffermarsi sul problema più generale dell’importanza della passione nella vita di un essere umano.

Ma non è la sola apparente contraddizione che emerge nel racconto. Il protagonista del film, Brady, che interpreta se stesso, è un cowboy indiano. Abita nel Nord Dakota ed è originario di una tribù Sioux, i Lakota, e fa il domatore di cavalli ed è tra i più abili nei rodei della regione.

A causa dell’incidente occorsogli durante un rodeo, dovrebbe rinunciare alla sua passione. Ci prova: per un periodo fa il commesso in un supermercato, ma si rende conto che la sua passione non può essere repressa.

Il padre gli regala un cavallo molto irascibile che lui, conquistandone la fiducia, riesce ad addestrare. Ma la bestia un giorno si procura una grave ferita e deve essere abbattuta. E’ una delle scene più drammatiche del film. Il padre del protagonista lo finirà con un colpo di pistola (lui non ne ha il coraggio). Brady però capirà che “Dio ha dato a tutti uno scopo” e lui, anche se rischia la vita,  non potrà fare a meno di tornare ai rodei per fare quello che sa fare meglio, cioè domare i cavalli.

Anche il suo amico del cuore, Lane, bull rider, ormai immobilizzato in un letto di ospedale dopo un incidente avuto durante un rodeo con i tori, glielo fa capire a gesti: “Non abbandonare i tuoi sogni!”.

The rider è un film, prodotto da Wanted Cinema,  ben costruito con fantastiche immagini di albe e tramonti nei paesaggi del Nord Dakota.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *