TORNA “MILANO DA LEGGERE”: QUEST’ANNO DEDICATA AI FUMETTI

di G.P.

Rimarrà attiva fino a domenica 30 giugno, “Milano da leggere“, l’iniziativa – giunta ormai alla sua quarta edizione – ideata dalle Biblioteche di Milano per incoraggiare e diffondere la lettura, grazie alla distribuzione gratuita di libri in formato digitale scaricabili tramite il codice QR presente sui manifesti affissi nei mezzanini e nelle carrozze della metropolitana.

“Milano da leggere” è un evento realizzato dal Comune, in collaborazione con ATM, Sistema Bibliotecario Milanese e WOW Spazio Fumetto, e con la partecipazione quest’anno di numerosi editori, come: Astorina, Bao Publishing, Becco Giallo, Coconino Press-Fandango, ComicOut, ReNoir Comics e Sergio Bonelli Editore.

L’edizione 2019 di “Milano da leggere” è interamente dedicata al meraviglioso e variopinto mondo della nona arte: in particolare sono stati selezionati 12 tra fumetti e graphic novel, ambientati nella nostra metropoli o realizati da grandi artisti milanesi, come Guido Crepax con la sua Valentina, protagonista di surreali incontri in metropolitana in “Valentina nel metrò”, o le sorelle Angela e Luciana Giussani, con il loro Diabolik, coinvolto in un’avventura ambientata a Milano in una storia inedita firmata da Mario Gomboli (“La prova decisiva”).

E ancora: le storie di Valentina Mela Verde, adolescente meneghina degli anni ’70, nata dal pennino di Grazia Nidasio; “Don Camillo a fumetti”, sceneggiato da Davide Barzi sulla base dei racconti di Guareschi, e anche il primissimo numero, datato 1975, di “Mister No” di Guido Nolitta, alias Sergio Bonelli.

E poi: “Zeno Porno e la Magnifica Desolazione” con testi e disegni di Paolo Bacilieri; “La Scelta. Giorgio Ambrosoli”, sceneggiato e disegnato da Gianluca Buttolo e dedicato alla vicenda dell’avvocato Ambrosoli, assassinato nel 1979; “Giacinto Facchetti. Il rumore non fa gol”, biografia a fumetti su Facchetti, realizzata da Davide Barzi insieme a Paolo Maggioni; e “La monaca di Monza” di Alessandro La Monica, da un soggetto di Luigi F. Bona.

Ambientata nella Milano del ’68 è la storia di Giancarlo Ascari, in arte Elfo, “Tutta colpa del 68. Cronache degli anni ribelli da Milano a Shangri-La”, mentre parla del fenomeno dell’immigrazione cinese a Milano durante gli anni ’30 il fumetto di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, “Primavere e Autunni”. Infine, da un soggetto del giallista Maurizio de Giovanni, una storia del Commissario Ricciardi, sceneggiata da Sergio Brancato e disegnata da Daniele Bigliardo, “Dieci centesimi”.

Milano da leggere 2

E’ possibile scaricare gratuitamente tutti i 12 volumi in formato pdf, semplicemente utilizzando il codice QR che si trova sui manifesti dedicati all’evento diffusi in città e nei mezzanini delle metropolitane, oppure direttamente dal sito del Sistema Bibliotecario di Milano. Per l’edizione 2019 di “Milano da leggere” si è scelto di utilizzare il formato pdf e non ebook, per rispettare il valore grafico delle opere, alcune delle quali sono – per volere di autore ed editore – proposte solo in edizione parziale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *