Attenti alle bancarelle di raccolta fondi

di Ugo Perugini

La Meta Onlus, un’associazione appartenente al terzo settore, aveva ottenuto qualche tempo fa delle autorizzazioni temporanee per occupazione di suolo pubblico per la raccolta fondi a scopo benefico. Le zone su cui doveva operare erano piazza Cordusio, piazza Argentina e piazzale Corvetto.

A seguito di alcune lamentele da parte di cittadini, la loro attività è stata messa sotto controllo da parte dell’Unità Annonaria Commerciale della Polizia Locale, sotto la guida del Comandante Marco Ciacci, da fine novembre a fine gennaio.

L’esito dell’intervento degli accertamenti ha portato a una denuncia per truffa e falso, in quanto la Onlus effettuava in realtà vendita di beni, nella maggior parte capi di abbigliamento, e non raccolta fondi. Il più delle volte senza nemmeno rilasciare alcuna ricevuta.

Nelle bancarelle raccolta fondi era esposta la dicitura “Offerta 10 euro” ma una donazione non può essere stabilita a priori, altrimenti si configura come vendita. In realtà, la Onlus aveva come obiettivo quello di “favorire l’integrazione e alleviare il disagio sociale” ma in concreto aiutava solo una trentina di persone con la consegna di pacchi contenenti pasta e pelati una volta al mese.

Onlus banco

Ricordiamo che le onlus che vogliono fare raccolta fondi possono procedervi facendo  richiesta di occupazione del suolo pubblico, che è gratuita, dura 15 giorni, è rinnovabile e comporta solo la comunicazione agli uffici comunali competenti.

La Vice Sindaco Scavuzzo ha affermato a seguito di questo episodio: “Le onlus presenti sul nostro territorio sono tante e svolgono attività preziose per il tessuto sociale milanese. Le indagini svolte dalla Polizia Locale sono essenziali per difendere i molti operatori onesti da chi si avvantaggia non rispettando le regole e si approfitta della buona fede dei cittadini”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *