AMBIENTE. 2019: OBIETTIVO LOTTA ALL’INQUINAMENTO

di G.P.

Continua anche quest’anno l’impegno del Comune di Milano nella lotta contro l’inquinamento grazie all’erogazione di misure e contributi incentivi a favore della mobilità sostenibile e dell’efficientamento energetico degli edifici.

Secondo i dati forniti da AMAT – Agenzia Mobilità, Ambiente e Territorio nel 2018 c’è stato un miglioramento della qualità dell’aria di Milano. La media annuale delle concentrazioni di PM10, infatti, si è attestata sui 33 microgrammi/mc, facendo registrare il miglior risultato dal 2003 e restando sotto il limite imposto dall’Europa di 40 microgrammi/mc.

Sempre stando ai dati, sarebbe migliorato anche l’indice PM2.5, la cui media annuale ha segnato 23 microgrammi/mc – per la prima volta al di sotto della soglia dei 25 microgrammi/mc – e quello del biossido di azoto (NO2), la cui massima annuale delle 5 stazioni di rilevamento della città è risultata di 59 microgrammi/mc, il valore più basso dal 2002, anche se purtroppo ancora al di sopra del valore limite europeo.

Per quanto riguarda i giorni di superamento dei livelli di PM10 nel 2018, sono stati “solo” 79, sensibilmente meno dei 97 del 2017, ma ancora molto lontani dal limite dei 35 superamenti annui previsti dal regolamento europeo.

PM10+superamento-anno

Sin dal 2017 il Comune ha messo a disposizione circa 32 milioni di euro per il miglioramento dell’aria in città, di cui 8 dedicati alla mobilità sostenibile e 24 per misure a favore dell’efficienza energetica.

Un ruolo cruciale nella lotta all’inquinamento l’avrà l’introduzione quest’anno di Area B che – da qui al 2026 – dovrebbe ridurre le emissioni atmosferiche da traffico di circa il 14% e gli ossidi di azoto dell’11% ogni anno. Le prime 15 telecamere di Area B entreranno in funzione il prossimo 25 febbraio 2019, mentre è già stato attivato il piano Full Electric, che entro il 2030 trasformerà l’intera flotta dei bus del servizio pubblico da veicoli diesel a mezzi a trazione elettrica.

Anche AMSA ha già iniziato la sostituzione dei propri mezzi diesel euro 3 e 4 e ha avviato il potenziamento del parco veicoli a metano, che a fine 2021 sarà del 25% di tutti i veicoli AMSA e della metà di quelli utilizzati per la raccolta rifiuti.

Nel corso dei prossimi mesi, saranno inoltre attivati quattro bandi per un totale di 6,6 milioni di euro di contributi per la rottamazione dei veicoli immatricolati merci, taxi e NCC diesel euro 0, 1, 2, 3, 4 e per la loro sostituzione con veicoli meno inquinanti, mentre per quelli immatricolati persona saranno introdotti ulteriori incentivi per l’acquisto di scooter, biciclette a pedalata assistita e/o pieghevoli, cargo bike e abbonamenti annuali alla rete ATM.

Nel frattempo proseguiranno anche i lavori di efficientamento energetico di edilizia – residenziale e non – che porterà il Comune, a partire da ottobre 2023, a vietare le obsolete caldaie a gasolio, sostituendole con caldaie a ridotte emissioni inquinanti e consumo energetico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *