“MILANO E IL CINEMA” IN MOSTRA A PALAZZO MORANDO

di G.P.

Ha aperto già da qualche giorno presso le sale espositive di Palazzo Morando in via Sant’Andrea 6, la mostra “Milano e il Cinema“, che racconta dello stretto rapporto della città con la settima arte durante il Novecento.

La mostra – promossa dal Comune, organizzata da Milano in Mostra, con il patrocinio di Regione Lombardia, Università IULM, e curata da Stefano Galli – rimarrà visitabile fino al prossimo 10 febbraio 2019.

Prima della costruzione a Roma del complesso di studi di Cinecittà, era Milano il centro nevralgico della produzione cinematografica italiana. Proprio nella nostra città, infatti, durante gli anni Dieci e Venti del secolo scorso, avvenirono le prime proiezioni, furono costruiti i primi teatri di posa e i pionieri dell’industria filmica mossero i loro primi passi, realizzando pellicole sperimentali e innovative.

Quando poi negli anni ’30 le attività produttive legate al mondo del cinema si spostarono definitivamente a Roma, Milano si concentrò sul filone pubblicitario, con la creazione di numerosi spot di Carosello, e su quello industriale, che vide protagoniste alcune delle più importanti aziende italiane come Pirelli, Breda, Edison, ecc.

Milano e il Cinema 2

Tra gli anni ’40 e gli anni ’60, la città fu anche set a cielo aperto di alcune delle più importanti pellicole cinematografiche italiane, quali “Miracolo a Milano” di Vittorio De Sica, “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti, “La notte” di Michelangelo Antonioni e “Il posto” di Ermanno Olmi.

Il capoluogo lombardo fu anche location prediletta di un genere cinematografico tutto nostrano, il poliziottesco anni ’60, e di numerose commedie popolari di fine anni ’70 e ’80, divenute col tempo dei veri e propri cult generazionali come i film con Renato Pozzetto, Adriano Celentano, Diego Abatantuono e il trio Aldo, Giovanni e Giacomo.

La mostra “Milano e il Cinema” racconta dunque l’evolversi del rapporto tra la città e il cinema, attraverso una ricca selezione di fotografie di scena, manifesti, locandine, oltre a numerosi contributi video e cimeli storici.

“Milano e il Cinema” è aperta tutti i giorni – tranne il lunedì – dalle 10 alle 20, il giovedì dalle 10 alle 22.30, biglietto intero 12€ e ridotto 10€.

Chi volesse può acquistare anche il catalogo della mostra: 352 pagine con oltre 200 immagini in bianco e nero e a colori, e 20 schede di approfondimento con testi critici di Stefano Galli, Mauro Colombo, Mauro Raimondi, Marco Palazzini, Valentino Scrima, Elena Mosconi e Paolo Villa, prezzo di copertina 44€.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *