COMO LUNGOLAGO: NUOVO PROGETTO PER LE PARATIE

di Carlo Radollovich

Le barriere antiesondazione, per proteggere i cittadini dalle frequenti invasioni lacustri, sono ora oggetto  di studio da parte della Regione Lombardia con l’inserimento di un quarto progetto che diverrà definitivo entro il prossimo mese.

Ci si chiede se questa ennesima soluzione possa finalmente considerarsi la più affidabile, affinché la never end story delle paratie sul lungolago possa concludersi dopo tanto penare. Si consideri, infatti, che l’apertura dei cantieri avvenne nel lontano 2008 per poi procedere alla loro chiusura nel 2012 per evidenti, non adeguate finalità delle opere programmate.

Ora, si dovranno esborsare circa 15 milioni di euro in aggiunta ai 10 milioni che erano già stati sin qui pagati, senza contare i costi che si dovranno sostenere a favore di un’azienda veneta che aveva iniziato ad attivare le opere nel 2008, ma alla quale era poi stato revocato l’appalto.

Esiste tuttavia, a fronte di questo nuovo quarto progetto, un’importante novità, ossia l’installazione di paratie completamente mobili che, posizionate al di sotto del livello della passeggiata, potranno essere risollevate, grazie a idonei meccanismi, in caso di necessità.

Il bando di gara sarà lanciato al più presto, cosicché i lavori inizieranno il prossimo anno per concludersi, così si spera, entro il 2022.

In tale data dovrebbero concludersi tutti quei disagi che i cittadini hanno dovuto sopportare per lunghi anni. Ed essi potranno finalmente godersi tutte le passeggiate che vorranno sul lungolago, senza timore di incorrere in spiacevoli impedimenti di sorta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *